giovedì 9 febbraio 2017

"Faceva polizze da oltre 20 anni. Tutti i beneficiari erano all'oscuro"

"Il dottor Romeo stipulava polizze da almeno 20 anni come forma di investimento a basso rischio e basso rendimento. Non parliamo certo di cifre iperboliche". Lo ha detto all'ANSA Riccardo Luponio, legale di Salvatore Romeo, parlando dell'interrogatorio di ieri di oltre 5 ore del suo assistito, indagato per abuso d'ufficio. "Si è parlato diffusamente delle polizze, ma non c'è stata al riguardo alcuna nuova contestazione da parte dei pm", ha detto Luponio.
"I beneficiari delle polizze stipulate da Romeo erano tutti all'oscuro, come aveva già detto lo stesso Romeo", ha poi aggiunto Luponio. Le polizze vita attualmente attive sarebbero "forse una decina", secondo il legale, comprese le due intestate a Virginia Raggi prima che diventasse sindaca di Roma. Gli altri beneficiari sono amici di Salvatore Romeo e attivisti M5S. L'ex capo della segreteria politica di Raggi ha confermato che le polizze erano state accese per motivi di stima e di amicizia nei confronti dei beneficiari. "Il tema delle polizze è collaterale rispetto alla contestazione dell'abuso d'ufficio e alla delibera della Giunta con cui venne nominato Romeo - dice Luponio -. Qualcuno ha voluto trovare un collegamento tra le polizze e la nomina di Romeo, ma non esiste affatto. La procura ha fatto degli accertamenti su un eventuale collegamento e noi abbiamo risposto e chiarito su tutto. E' stato chiesto a Romeo della genesi, del perchè dei beneficiari e del funzionamento delle polizze".
"Romeo non è entrato nell'iter formativo della delibera sulla sua nomina. Non era affar suo", ha aggiunto Luponio. L'avvocato ha negato che i pm gli abbiano chiesto delle chat in cui parlava di nomine con il capo del Personale del Campidoglio Raffaele Marra. "Romeo non è tanto esperto di procedure amministrative o di diritto come si potrebbe pensare - dice Luponio - E' un tecnico, un economista". "E' stato scelto come capo segreteria per le sue competenze, inserito nello staff della sindaca per un rapporto di stima e di fiducia".

fonte: http://www.huffingtonpost.it/2017/02/09/avvocato-romeo-polizze_n_14656590.html

1 commento:

  1. Non capisco come gli enti pubblici debbano entrare, qui e in tutte le questioni politiche, nella vita privata e dar la possibilità a tutti i qualsiasi cialtroni di pubblicare e parlare.

    RispondiElimina