martedì 21 febbraio 2017

"Pezzi di merda, buffoni". Ambulanti e tassisti assaltano la sede del PD a Roma


Scontri e tensione davanti alla sede del Pd con alcuni ambulanti che volevano entrare nella sede in via del Nazareno. Lo riporta Il Messaggero, che scrive: “Il gruppo di manifestanti era partito poco prima ad palazzo Chigi senza alcuna scorta di polizia. Caos e tensione anche a largo Chigi. Via del Corso e via del Titone  bloccate dalla manifestazione non autorizzata di centinaia di tassisti arrivati da tutta Italia, cui si sono aggiunti gli ambulanti in piazza contro la direttiva Bolkestein”.
«Le forze di Polizia hanno dovuto reagire ad un attacco premeditato da parte di un gruppo di facinorosi – ha spiegato in una nota la questura – che infiltratisi tra i manifestanti, hanno effettuato un lancio di oggetti. Il tentativo è stato respinto da un calibrato intervento dei raparti impiegati».
Fermato un pullman a due piani di turisti – scrive sempre Il Messaggero. Lancio di uova e insulti contro gli Ncc. Esplosione di petardi. È questa la situazione a Roma, vicino al Parlamento in attesa dell’incontro di oggi tra sindacati dei tassisti e ministro Graziano Delrio. I reparti mobili sono schierati davanti a Palazzo Chigi.
Stupore e paura tra i turisti che si trovano intrappolati nella manifestazione. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, anche se si tratta di una manifestazione autorizzata e malgrado il lancio di uova contro gli Ncc si è schierata con i tassisti.
Alcuni manifestanti, intanto, stanno dirigendosi verso il ministero dei Trasporti.
“Siamo al fianco dei tassisti che sono arrivati a Roma da tutta Italia per dire ‘no’ alle solite riforme calate dall’alto”, scrive in una nota la sindaca Raggi. “L’emendamento Lanzillotta-Cociancich al decreto Milleproroghe causerebbe effetti negativi sul trasporto pubblico non di linea perché porterebbe a una vera e propria liberalizzazione degli Ncc, i noleggi con conducenti, che non sarebbero più vincolati al rispetto della territorialità”. “Un’eventuale riforma del settore – osserva la sindaca – deve essere fatta coinvolgendo le associazioni di categoria e le amministrazioni locali per un dialogo costruttivo”. “Da giorni nella nostra città non si vedono circolare taxi – conclude Raggi – La protesta sta privando tutti noi cittadini di un servizio fondamentale e importantissimo per i trasporti della Capitale. Voglio per questo lanciare un appello anche ai tassisti affinché il servizio torni al più presto alla normalità”.
Fonte: Il Messaggero
http://www.direttanews24.com/taxi-sesto-giorno-piazza-tensione-la-sede-pd/


 

4 commenti:

  1. la polizia con i loro manganelli sta facendo versare sangue innocente e di onesti cittadini troppe volte..state attenti voi che manganellate facile...un passo alla volta ...il popolo si ribellera' e sara' il vostyro sangue che scorrera' nelle strade di ogni citta' e lo avrete voluto voi...e sara' troppo tardi per piangere e per lamentarsi...avete giurato fedelta' alla patria..avetre giurato di difendere i deboli e gli oppressi...ma state difendendo criminali e traditori...e i cittadini sono stanchi ..e stufi di essere schiavizzati....fate ancora in tempo a non rendervi complici e unirvi nella protesta con i cittadini....fate ancora in tempo a salvarvi...la violenza chiama violenza...non dimenticatelo mai.

    RispondiElimina
  2. Bravo giuseppe tutto giusto quello da te citato ! Vergogna per i servizi d'ordine che non fanno altro che accettare la schiavizzazione di questi criminali legalizzati ! Sveglia

    RispondiElimina
  3. i servi delle forze dell'ordine sono comandati da generalie colonnelli da 50 mila al mese distipendio, e loro non rinuncerebbero mai di dare ordini contrari a chi gli paga lo stipendio e gli da tutti i privilegi come ai politicidi turno, i poveri poliziotti e carabimieri che sacrificano la loro vita con pericoli di morte, prendono quei pochi soldi che gli permette di pagare il mutuo, di allevare i loro figli, percio' ubbidiscono agli ordini loro malgrado e per necessita' Ma verra' il giorno che il popolo sovrano si stufera' e capira' che ad ogni costo dovra' debellare questa finta democrazia e dittatura nascosta ribellandosi con la forza e la violenza !Quel giorno le forze dell'ordine si renderanno conto di quanto hanno bagliato !

    RispondiElimina
  4. SI SA CHE I CINQUE STELLE TIRANO A CAMPARE , IL LORO CAPO NON DARA' MAI L'ORDINE X UNA RIVOLUZIONE POPOLARE DI QUASI DIECI MILIONI DI GRILLINI, COSA CHE AVREBBE DOVUTO FARE IL GIORNO DOPO DEL REFERENDUM, PERMETTENDO IL QUARTO GOVERNO ABUSIVO E CORROTTO, CIO' MI DA MOLTO DA PENSARE SU LE INTENZIONI DEL CAPO DI TUTTI I CAPI! MR GRILLO !

    RispondiElimina