martedì 14 febbraio 2017

Corruzione Roma: salta nelle intercettazioni il padre di Alfano. Guardate cosa faceva, vergogna!

Dopo il fratello, dalle carte dell'inchiesta "Labirinto" sulla corruzione spunta un altro congiunto del ministro dell'Interno. La segretaria di Raffaele Pizza, arrestato: "Mi ha detto buttali dentro, la situazione la gestiamo noi". Lo sfogo: "Gli abbiamo sistemato la famiglia"

Dopo il fratello, nella carte dell’inchiesta Labirinto della Procura di Roma spunta anche il padre del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Il quale, a quanto si dice in un’intercettazione contenuta nella richiesta di arresto dei pm, avrebbe mandato ben 80 curriculum per assunzioni alle Poste. Parlando del ministro e leader Ncd, una delle indagate afferma: “La sera prima mi ha chiamato suo padre… Mi ha mandato ottanta curriculum… ottanta…. dicendomi… non ti preoccupare…. tu buttali dentro… la situazione la gestiamo noi… e il fratello comunque è un funzionario di Poste…. anzi è un amministratore delegato di Poste…”. Ecco il testo dell’intercettazione del 17 maggio 2015, diffuso dall’Ansa. A colloquio sono Marzia Capaccio, indagata, segretaria di Raffaele Pizza, arrestato dalla Guardia di Finanza, e un’altra persona, Elisabetta C.

CAPACCIO: “Io ti ho spiegato cosa ci ha fatto a noi Angelino…”
ELISABETTA: “e… lo so… lo so… lo so…”.
CAPACCIO: “cioè noi gli abbiamo sistemato la famiglia… questo doveva fare una cosa…. la sera prima… mi ha chiamato suo padre…mi ha mandato ottanta curriculum… ottanta….”.
ELISABETTA: “aiuto… aiuto…”.
CAPACCIO: “ottanta… e dicendomi… non ti preoccupare…. tu buttali dentro… la situazione la gestiamo noi… e il fratello comunque è un funzionario di Poste… anzi è un amministratore delegato di Poste…”.
ELISABETTA: “si… si… lo so… lo so…”.
CAPACCIO: “e questo è un danno che ha fatto il mio capo (ndr. Pizza)… io lo sputerei in faccia solo per questo…”.
ELISABETTA: “vabbè… tanto ce ne sono tanti Marzia… è inutile dirsi… questo è il sistema purtroppo…”.
CAPACCIO: “sì ma io l’avevo già capito che questo guardava solo ai cazzi suoi… glielo avevo già detto… io a differenza tua non mi faccio coinvolgere più di tanto, perché cerco di razionalizzare un attimo di più e di valutare le persone che ho davanti… cosa che il mio capo… purtroppo in alcune circostanze nonostante la sua esperienza non è in grado di fare”.

fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/05/corruzione-roma-lintercettazione-il-padre-di-alfano-mi-ha-mandato-80-curriculum-per-assunzioni-alle-poste/2884210/

8 commenti:

  1. Questa è tutta gente da eliminare x il bene dell'Italia ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Generalmente sono contrario anche che si dica per battuta, ma in questo caso ci vuole la castrazione della testa.

      Elimina
  2. frammenti di normalità corruttiva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È normalità da tempo immemorabile. Si sono consolidati in queste modalità e non mollano.

      Elimina
  3. ma perché questa gente in galera non ci va mai???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È fisiologico, l'abuso e i consenso vanno insieme. Il lavoro del M5s e di chiunque si attivi per il risanamento, è durissimo, di lunga durata, e di nervi saldi.

      Elimina
  4. Intanto cominciamo da M5S; quelli non mandano curricula; non si sa come finiscono beneficiarie di polizze sulla vita e poi promuovono triplicando stipendi e aggregando ceffi che finiscono in galera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdoni le precisazioni: i “soldi” verrebbero incassati quando il contraente MUORE, ma è difficile da capire? A Milano le mansioni di quel livello vengono pagate anche di più, infine Marra ha commesso PRIMA il suo reato, infine, forse lei non era informato delle tre inchieste su Sala, in Sardegna lo vorremmo uno come Sala, indagato ma si dimette immediatamente e dopo pochi giorni si autoassolve…. mandatelo in Sardegna, dobbiamo piantumare la nostra povera regione deforestata, pare che abbia conoscenze per l' acquisto di piante a buon prezzo SOLO € 716,00 cadauna …..

      Elimina