martedì 28 febbraio 2017

ABOLIZIONE VITALIZI, SVOLTA CLAMOROSA: ECCO COSA ACCADRA' SETTIMANA PROSSIMA.

Potrebbe arrivare ed essere discussa "in tempi brevi" in ufficio di presidenza al Senato la proposta di delibera del M5S che punta a equiparare il trattamento pensionistico dei parlamentari a quello degli altri lavoratori. È quanto spiega Laura Bottici, senatrice pentastellata e questore di palazzo Madama, dopo aver avuto un incontro, che Bottici definisce "cordiale e costruttivo", con il presidente Pietro Grasso. 

La senatrice presenterà il testo in ufficio di presidenza. "Un punto che dobbiamo discutere in consiglio di presidenza è il bilancio - ha spiegato Bottici - siccome noi il 28 febbraio come collegio dei Questori iniziamo la discussione, se in tempi brevi finiamo l'analisi del bilancio deve essere convocato il consiglio di presidenza, ma nulla toglie al presidente Grasso di convocare immediatamente il consiglio per discutere di questa proposta di delibera". 

Boldrini mette in calendario proposta M5s su pensioni. "Laura Boldrini ha garantito che calendarizzerà la proposta" di delibera che punta ad abolire i vitalizi, equiparando il trattamento pensionistico dei parlamentari a quello degli altri lavoratori "la prossima settimana in Ufficio di Presidenza alla Camera. Ci auguriamo che Grasso faccia altrettanto. Il primo obiettivo l'abbiamo raggiunto, ma stiamo in campana". È quanto si legge sul blog di Beppe Grillo. (FONTE: Huffingtonpost.it

31 commenti:

  1. Risposte
    1. Bene, non è moltissimo, ma è un bel passo, quello di far discutere il parlamento.

      Elimina
    2. Speriamo che questi signori capiscano che, il divario è enorme e che venga attuata subito un provvedimento che non penalizza solo la massa del popolo e privilegia questi politici.

      Elimina
  2. Dai che lo cambiamo questo paese!!!!

    RispondiElimina
  3. La pianta dell'onesta e dell'uguaglianza e in continua crescita nelle Istituzioni grazie ai 5stelle,bene così.

    RispondiElimina
  4. La pianta dell'onesta e dell'uguaglianza e in continua crescita nelle Istituzioni grazie ai 5stelle,bene così.

    RispondiElimina
  5. Splendido. Inutile dire che soltanto il movimento 5 STELLE può tanto sul piano dell'onestà e della correttezza.

    RispondiElimina
  6. Molti smetteranno di fare politica se tolgono questo privilegio. Saranno sicuramente i sciacalli che si mettevano in politica solo per i loro infami interessi. Avanti cosi, devono restare solo quelli che veramente desiderano lasciare una societa' giusta e onesta per i nostri figli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se passa quest'adeguamento è molto probabile che andremo presto a nuove elezioni. Gli sciacalli che aspettavano " il malloppo" non avranno tanti interessi per tirare avanti.

      Elimina
  7. Meritano considerazione e solidarietà. Qualcuno prima di loro ha nai sollevato certi problemi? A cosa servono quelli che sono lì per prendere denaro!!!! Possibile che gli italiani nella loro totalità non comprendano una cosa così evidente!!!????

    RispondiElimina
  8. l'errore del movimento e' stato di votare no al referendum 360 senatori andavano a casa poi se alcune cose di questa riforma non andava bene si poteva cambiare,alle prossime votazioni vincera' il movimento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco Nanni,premesso che sei ignorante perché i senatori in tutto sono 315,dimostri ulteriore ignoranza nelle tematiche trattate dal referendum. T'invito ad informarti prima di sparare cavolate a zero. Soprattutto perché rischi di vanificare il lavoro d'informazione svolto a titolo gratuito, da quelli come me.

      Elimina
    2. Infatti se avrebbe vinto il SI, il senato come lo conosciamo adesso sarebbe scomparso, a avremmo un senato delle regioni, il CNEL abolito, e definitivamente eliminate le province, oggi battono cassa. Pazienza ne prendiamo atto e vediamo cosa sarà capace di fare il movimento .

      Elimina
  9. a parole sono tutti bravi , ma ci sarà mai un seguito??

    RispondiElimina
  10. ma il dott sottile continuera' a prendere sempre quella montagna di soldi pubblici ??

    RispondiElimina
  11. Ma pensate davvero che passerà al voto? Non ci crede nessuno....non mollano un euro quelli.....sono dei vampiri...quando si attaccano non li togli piu

    RispondiElimina
  12. Chiamarli vampiri si fa un torto ai vampiri, chiamiamoli con i loro veri nomi parassiti, ladri, uomini e donne senza vergogna, è dal 1995 che è stato introdotto il sistema contributivo per tutti i lavoratori tranne che per loro e ne sono passati di governi e farabbutti in questi anni e nessuno fino ad oggi a mai fatto il benché minimo accenno anzi qualcuno si permette di dire che è solo propaganda politica ci hanno preso e continuano ha prenderci per il culo alla faccia di chi non arriva a fine mese, di chi per andare in pensione deve quasi morirci sul posto di lavoro se ce la un lavoro ma purtroppo la colpa e solo nostra che non andiamo in piazza, ma non con i sindacati che tra l'altro sono daccordo con loro basta vedere tutti i sindacalisti che sono in parlamento, ma andarci come hanno fatto in Romania e cacciarli a calci in culo, per come ci stanno trattando, una vera e propria ribellione a questo schifo.

    RispondiElimina
  13. Condivido sig. Orsini. Diamo fiducia al Movimento. Democraticamente con loro alla guida del governo le cose potranno migliorare. Caso contrario, i calci in culo sarebbero un eufemismo.

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Speriamo che non sia una clamorosa, bufala!

    RispondiElimina
  16. Giusto non devono esistere cittadini di serie a e cittadini di serie b.

    RispondiElimina
  17. Ottima risposta :Giuseppe De Salvio !!!

    RispondiElimina
  18. Braviiii...piccoli passi...verso l onestá

    RispondiElimina
  19. Braviiii...piccoli passi...verso l onestá

    RispondiElimina