venerdì 13 maggio 2016

++ULTIM'ORA - ITALIA, TREMENDA NOTIZIA: RIGUARDA TUTTI! APPENA CONFERMATO CHE..



Nuovo record del debito pubblico italiano a marzo 2016. Secondo i dati di Bankitalia, contenuti nel Supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito", il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 14 miliardi rispetto a febbraio, salendo a 2.228,7 miliardi. 

L'incremento del debito, si legge nel Bollettino, è stato inferiore al fabbisogno del mese (21,5 miliardi), grazie alla riduzione di 4,7 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro e all'effetto complessivo dell'emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e del deprezzamento dell'euro (2,9 miliardi). Con riferimento ai sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 13,9 miliardi, mentre quello delle amministrazioni locali e degli enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato. 

Continua a leggere su "ilfattoquotidiano.it"

10 commenti:

  1. ma che si aspetta x mandarlo a casa,questo ci sta disintegrando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Dobbiamo fare una rivoluzione armata per disfarci di questo personaggio?????

    RispondiElimina
  3. E insieme a quel ministro del tesoro che si porta dietro hanno chiesto maggiore flessibilità di spesa per potere fare aumentare ancora di più il già incalcolabile debito.

    RispondiElimina
  4. credo di si, ma occorre fare in fretta, stanno rubando e distruggendo tutto. Lo dobbiamo fare per i nostri figli

    RispondiElimina
  5. Quest'essere non lo smuovera' nessuno , solo se lo prendiamo a calci nel culo allora forse sara' costretto ad andarsene

    RispondiElimina
  6. vorrei sapere dove vanno a finire questi soldi di debito già ma sono proprio scema nelle tasche del padre di renzi della boschi dei zozzi ladri con le loro razze e privilegi. dei dieci milioni di euro di renzi alle cayman non ne parla nessuno del castello della boschi di nove milioni pagati in nero non se ne parla dei soldi rubati ai risparmiatori delle banche non ne parla nessuno tutto tace vogliamo mandarli a fanculo tutti ad OTTOBRE VOTIANO NO AL REFERENDUM SULLE RIFORME

    RispondiElimina
  7. A ottobre vediamo se facciamo la fine del referendum di trivellopoli, cosi' celo rimette nel c..o un'altra volta. Ricordati di votare NO TELO RIPETO VOTA NO

    RispondiElimina
  8. Non c'è bisogno di fare nessuna rivoluzione armata.basta scendere in strada e chiedere a questi cari signori se per favore se ne vanno in un'altro paese a spendere i soldi cHe ci hanno
    rubato.il problema è che il popolo italiano non vuole rinunciare nemmeno per un attimo a tutte le comodità che ha.quello che stiamo vivendo e pura follia politica.sbagliate se pensate che il peggio sia già arrivato.al contrario questo non è che l'inizio della catastrofe.aprite la mente e rilassatevi la storia di questo paese chissà che non riusciate anche voi come me a trovare il bandolo della matassa.sembre difficile ma vi assicuro che così non è.

    RispondiElimina
  9. Ma non si muove nessuno per la maggior parte gli va bene cosi........basta con parole ci vogliono .fatti.....

    RispondiElimina