venerdì 27 maggio 2016

Siluri pazzeschi sul governo dell'ebete. Ufficiale: mezzo PD molla Renzi

 

Oltre alla bocciatura che gli arriva dai numeri, Matteo Renzi deve fare i conti anche con quella tutta politica partita come un siluro dall'ex ministro Pier Luigi Bersani. Il leader della sinistra Pd in un'intervista al Fatto quotidiano non ha risparmiato veleno sul premier e il suo continuo vantarsi dei segnali di ripresa registrati sul Pil: "gran parte della gente con quel segno più non ci campa - ha detto - Consiglio di mostrarne consapevolezza". Secondo Bersani, Renzi ha una sola ossessione: "Quella di vincere, mai di risolvere". E il problema sta in quel che manca sotto il segno più sul Pil, cioè 200 miliardi di euro rispetto al 2008 e sei milioni di posti di lavoro.
Jobs act - Il nocciolo della questione, secondo Bersani, sta nella riforma del lavoro varata dal governo Renzi e la sua inefficacia sul medio e lungo periodo: "Non avremo lavoro vero se non affrontiamo la questione degli investimenti - ha chiarito - Oggi abbiamo meno contratti a tempo indeterminato che nel 2014. In compenso - ha ricordato - va forte il voucher, un mini-job all'italiana che accentua la precarizzazione del lavoro". Bersani riserva una bordata anche all'Ad di Fca, Sergio Marchionne: "La Fiat non puà dirci che cosa dobbiamo fare e pagare le tasse all'estero. Dia consigli dove paga le tasse. Vorrei vedere che cosa direbbe la cancelliera Merkel se Marchionne pagasse le tasse all'estero".

FONTE:  http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11913826/pier-luigi-bersani-boccia-jobs-act-matteo-renzi-gente-non-mangia-con-segno-piu.html

1 commento:

  1. BASTA VEDERE QUELLO CHE SUCCEDE NEI NOSTRI LUOGHI DI RESIDENZA..... QUI A PIOMBINO MEZZA CITTADINA è SENZA LAVORO A CASA O CASSA INTEGRAZIONE O SOLIDARIETà.... SE LE COSE NON SI RISOLVONO PRIMA DELLO SCADERE DEGLI AMORTIZZATORI SOCIALI CREDO CI VEDREMO COSTRETTI AD ANDARE A MANGIARE A CASA DI RENZI E COMPANY

    RispondiElimina