lunedì 3 luglio 2017

INCREDIBILE: giornalista Rai sputtana la sua stessa azienda: "Ecco come fanno disinformazione".




Se il Movimento 5 Stelle e Beppe Grillo denunciano la disinformazione dei Tg della Rai, dovuta alla lottizzazione dei partiti, tutti i giornali e tutti i partiti si scagliano contro gridando alla vergogna e alle menzogna. Questo video è la prova provata di come fanno informazione in Rai. Un video datato 25 maggio 2011, ma che torna tremendamente attuale dopo la denuncia del Movimento 5 Stelle sull'informazione del Tg1 e dopo i dati dei Tg Rai che, di fatto, hanno censurato i 5 Stelle, praticamente mai presenti nell'informazione del servizio pubblico. 

La persona che parla nel video è la giornalista Rai, Elisa Anzaldo, la quale decide di denunciare le stesse nefandezze portate alla luce dal Movimento 5 Stelle. La Anzaldo, in polemica con il direttore Augusto Minzolini, annuncia il suo ritiro da conduttrice del TG1, contestando il fatto che esso violerebbe i più elementari doveri dell'informazione pubblica come equilibrio, correttezza, imparzialità e completezza dell'informazione. 

CHI E' LA ANZALDO - Giornalista professionista dal 1995, entra in RAI dopo aver lavorato in emittenti catanesi. Nelle edizioni 2006-2007 e 2007-2008 conduce la sezione giornalistica di Unomattina. Dal settembre 2008 passa alla conduzione del TG1 della notte. 

Il 25 maggio 2011, in polemica con il direttore Augusto Minzolini, annuncia il suo ritiro da conduttrice del TG1, contestando il fatto che esso violerebbe i più elementari doveri dell'informazione pubblica come equilibrio, correttezza, imparzialità e completezza dell'informazione. seguendo di circa un anno la medesima decisione della collega di redazione e amica Maria Luisa Busi. Dal 2013 torna alla conduzione del TG1 conducendo l'edizione delle 17, poi quella delle 13:30. 

6 commenti:

  1. E questa sarebbe l'informazione "gestita" che viene data nel nostro bel Paese? Come succede purtroppo nel caso dei "danni da vaccino" che vengono SEMPRE censurati.
    https://www.facebook.com/giorgio.tremante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo gli ultimi in Europa per libertà di stampa settantottesimi circa al mondo che bel paese Italia

      Elimina
  2. Ve lo ho già detto decina di volte in tutte le maniere sono un vostro iscritto M5S. Io ho vissuto 20o30 anni negli USA, nessuna persona che gestisce mezzi d'informazione di massa può fare o entrare in politica, nel nostro caso Berlusconi i partiti non possono gestire stazioni televisive come sempre stato qui Italia cercate di passare o approvare una legge equa È giusta anche qui nel nostro paese È semplice, negli USA non è ammesso perché come gestire l'informazione e lo sappiamo tutti vedi Berlusconi e Renzi

    RispondiElimina
  3. Ve lo ho già detto decina di volte in tutte le maniere sono un vostro iscritto M5S. Io ho vissuto 20 o 30 anni negli USA, nessuna persona che gestisce mezzi d'informazione di massa può fare o entrare in politica, nel nostro caso Berlusconi i partiti non possono gestire stazioni televisive come sempre stato qui Italia cercate di passare o approvare una legge equa È giusta anche qui nel nostro paese È semplice, negli USA non è ammesso perché come gestire l'informazione e lo sappiamo tutti vedi Berlusconi e Renzi

    RispondiElimina
  4. Qualcosa sta cambiando, perché era impensabile solo,qualche anno fa, sentire queste parole da una giornalista, dipendente della stessa rete televisiva per la quale lavora!!!

    RispondiElimina
  5. Quando danno una notizia dei 5 stelle perché sono obbligati, subito dopo mettono in onda dei commenti contrari del pd. Fi. Etc. Così da annullare la notizia fornita. Perché non si reagisce nella commissione di vigilanza? Fare l educato non paga con i disonesti. Io ritengo sempre che si debba appoggiare finanziariamente una tv indipendente
    Il solo web non basta

    RispondiElimina