domenica 16 luglio 2017

Trema lo studio! Di Maio in diretta tira fuori il documento che smaschera il PD. Guardate come stanno le cose..




Leggiamo dalla pagina ufficiale del M5S, questo messaggio rivolto ai cittadini, che nelle ultime ore tra vari giornali e tv, stanno ricevendo soltanto una realtà ben diversa da come si siano andate realmente le cose, quello che doveva essere un emendamento segreto alla Camera, riguardante la nuova legge elettorale. Riportiamo il messaggio e la foto che incastra il PD:


QUALCUNO HA CAMBIATO IDEA E NON È STATO IL MOVIMENTO 5 STELLE
La propensione alla menzogna da parte del Partito Democratico è patologica!
Quello che vedete è "l'errore tecnico" che ha reso palese un voto che doveva essere segreto.Come si può notare, il "rosso", ovvero il voto negativo, prevale sugli altri.
Quando il voto viene ripetuto, invece, prevale il voto favorevole. Qualcuno ha cambiato idea e non è stato il MoVimento 5 Stelle. Fatevi due conti.

Poi ancora interviene Di Battista con questo intervento sul suo profilo:


Buona giornata a tutti. Vi spiego quel che è successo in aula. Il M5S presenta un emendamento (a firma Fraccaro) che prevede l'applicazione della legge elettorale in tutta Italia, dalla Sicilia all'Alto-Adige (dove c'è un partito, il Südtiroler Volkspartei, che era contrario). Questo emendamento passa. Noi ovviamente abbiamo votato a favore proprio perché è un emendamento giusto ma l'hanno votato tantissimi del PD! Ora il PD (che aveva tanti assenti in aula) dice che è colpa nostra. Ma sono loro ad avere i franchi tiratori (già dai tempi dell'elezione di Prodi al Quirinale ricordate?). Ora il PD affosserà questa legge elettorale perché è passato un emendamento che prevede la sua applicazione in tutta Italia, dal sud al nord. Vi rendete conto? Questa si chiama schizofrenia. Renzi è incapace di gestire le miliardi di correnti del suo partito. Avrebbe fatto davvero bene (come aveva detto) a ritirarsi a vita privata dopo la sconfitta del referendum del 4 dicembre.

Nessun commento:

Posta un commento