giovedì 13 luglio 2017

“BASTA, VOGLIO SUICIDARMI”: TERRORE A CASA RENZI, QUEL MESSAGGIO DEL PADRE TIZIANO

C’è anche papà Tiziano nel libro di Matteo Renzi. Il segretario del Pd si sofferma infatti sulla vicenda Consip in cui risulta indagato suo padre: “Politicamente parlando – scrive – le intercettazioni pubblicate mi fanno un regalo. La pubblicazione è come sempre illegittima, ed è l’ennesima dimostrazione di rapporti particolari tra alcune procure e alcune redazioni. Ma non ho alcun titolo per lamentarmi: non sono il primo a passare da questa gogna mediatica…”: Però, continua Renzi, “umanamente” “mi feriscono, perché in quella telefonata sono molto duro con mio padre. E rileggendole mi dispiace, da figlio, da uomo.

Il guazzabuglio di sentimenti che provo in questa vicenda è difficilmente spiegabile e viene messo ulteriormente in tensione da alcuni scambi via sms Se non avessi avuto la fede mi sarei già suicidato e confronti durissimi in famiglia. I miei vorrebbero reagire, attaccare pubblicamente. Ma finirebbero ancora più stritolati dall’ingranaggio dei media. Mi sento il cuore a pezzi, da figlio. Da uomo delle istituzioni, però, cos’altro posso fare?”.

32 commenti:

  1. Risposte
    1. e ora che si suicidano anche loro non solo ipoveri crsti

      Elimina
    2. È UN VERO GLIACCIO UOMO DI MERDA PALLISTA E SENZA VERGOGNA SPERIAMO CHE TI SUICIDI MAGARI SPERIAMO CHE LO FANNO GLI AMICI MAFIOSI CHE TI UCCIDONO CHE SICURAMENTE TU NON SEI CAPACE A NULLA STRONZO

      Elimina
  2. a metter al mondo un figlio come te suicidarsi e poco ti doveva affogare quando sei nato stronzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Sono evacuazionmi rancorose che potreste risparmiarvi per un minimo senso di dignità se non altro verso voi stessi

      Elimina
  3. bella famiglia, dovresti essere felice che ti sei fatto schifare dagli Italiani

    RispondiElimina
  4. Visto a fare i padri eterni? sparati ma prima spara a quella vergogna di tuo figlio!!

    RispondiElimina
  5. Personalmente, sui fatti miei non ci scrivo un libro, e semmai dovessi farlo avrei delle ragioni, come tutti. Eppoi suicidiarsi è sempre un errore.

    RispondiElimina
  6. Però l'ha salvato la fede, dice lui. Ah, 'sta fede!se non ci fosse bisognerebbe inventarla. E infatti hanno inventato religioni e fedi.

    RispondiElimina
  7. Pinocchio babbo pinocchio figlio quando date fine alla vostra esistenza e gia troppo tardi quindi fatelo alla svelta merde

    RispondiElimina
  8. A mio parere il più grande errore che facciamo è dare spazio alle solite stupide menzogne che da sempre racconta Matteo Renzi. Già ci sono i giornali a farlo e si stanno pure rendendo ridicoli a dare spazio ad un libro di dubbia qualità scritto appositamente per rientrare in scena da un personaggio poco credibile da sempre .

    RispondiElimina
  9. Tu non hai colpe , le colpe sono solo di sciocchi italiani che hanno permesso a un' incapace come te a governare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e dicci quali sarebbero questi presunti sciocchi italiani che avrebbero permesso a questo ladro di governare?? rammentaci "quando"ci e' stata data la possibilita' di scegliere questa mmerda umana...mi e' scappato qualcosa??

      Elimina
    2. Giuseppe. Parli di te e dei tuoi immagino.

      Elimina
  10. Ritengo che questo libro sia utile e da tenersi a portata di mano sempre per quando finisce il rotolo della carta i.....a

    RispondiElimina
  11. Merda siete e merda resterete, sia di qua che aldilà

    RispondiElimina
  12. Padre & figlio due teatranti ! Hanno veramente rotto !!!

    RispondiElimina
  13. Cosa aspetti a suicidarti uno come te non dovrebbe vivere!

    RispondiElimina
  14. sei talmente sciacallo da speculare in un ,libro anche sui tuoi fatti privati..che schifo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le chiacchiere stanno a zero, se questo buffone nn se ne vá, dobbiamo cacciarlo via a pedate in culo.

      Elimina
  15. Chissà se ci crede in quello che scrive. Io lo trovo vergognoso dire bugie per confondere la verità .

    RispondiElimina
  16. A chi aspetti impiccati un coglione di meno

    RispondiElimina
  17. E' solo marketing politico!!!!! Nessuno si sparerà!!!!!!

    RispondiElimina
  18. Lo facesse pure, ma prima deve andare in galera, poi quando esce, se esce, lo facesse pure perché assisteremo.

    RispondiElimina
  19. Un capolavoro teatrale del grande Eduardo si chiama "L'ARTE DELLA COMMEDIA"

    RispondiElimina
  20. Semplicemente dimetterti chiedere scusa a tutti gli Italiani x il gran disastro che ai combinato con i tuoi compari ritornare a noi Italiani i soldi che ci ai rubato fare 1na legge che ci fa rientrare dei soldi che ai regalato alle banche enon solo fare in modo e lasciare che la magistratura proceda e mette in galera tutti i componenti della Banda PD prima le donne e poi gli uomini del PD tutti indistintamente e poi lasciare il posto ad una nuova forza politica che cominci veramente a togliere i privileggi tutti di tutti e forse fra 10-15 anni cominceremo a stare un po meglio

    RispondiElimina
  21. Essere insolente ed insignificantein 4 anni ai distrutto i diritti che i nostri Nonni prima ed i nostri Padri dopo\non il tuo\anno conquistato con sacrifici e lotte al limite della sopportazione umana e spesso sfciate con vere e proprie battaglie sanguinose e tu con i tuoi accoliti compagni e ovviamente con la complicita di molti media che potevano fare qualcosa e si sono girati dallaltra parte e con la complicita di molti elementi della magistratura sei riuscito a portarci sullorlo del fallimento xche non spieghi agli Italiani che in 4 anni ai quasi raddoppiato il deficit del nostro paese lunica consolazione e che anche tu non 6 immortale x fortuna e prima o poi speriamo prima anche tu dovrai rendere conto a qualcuno delle barbarie umane che 6 riuscito a fare nei tuoi confronti HITLER era proprio 1na brava persona....almeno lui le sue vittime non li faceva soffrire

    RispondiElimina
  22. ORMAI È TARDI. DOVEVI ACCOPPARTI DA PICCOLO.

    RispondiElimina
  23. ORMAI È TARDI. DOVEVI ACCOPPARTI DA PICCOLO.

    RispondiElimina