sabato 8 luglio 2017

SCANDALO IN REGIONE: NELL’UFFICIO DEL PRESIDENTE? IL TESORO TUTTO IN CONTANTI CHE GLI HA TROVATO LA POLIZIA

Un giallo da 25mila euro, ossia la quantità di denaro trovata in banconote nell’ufficio riservato al presidente della regione autonoma della Valle D’Aosta, al secondo piano del Palazzo regionale del capoluogo. Denari nascosti sotto al piano della scrivania, scoperti e denunciati dall’attuale presidente, Pierluigi Marquis, che si è insediato lo scorso 20 marzo dopo un cambio di maggioranza. Oltre ai soldi, è stata rinvenuta altra documentazione: il ritrovamento, di cui si è avuta notizia oggi, è avvenuto nella tarda serata del 22 giugno nel corso di alcuni lavori di manutenzione. Le indagini sul peculiare ritrovamento sono affidate alla Digos e alla Squadra mobile della Questura aostana: sono in corso accertamenti per individuare la provenienza delle banconote, poiché in base alla più recente si può provare a risalire al momento in cui sono state nascoste. La procura di Aosta ha aperto un fascicolo sul caso.

1 commento:

  1. Non può essere una prova chiunque può aver messo quel denaro li esempio una cooperativa di pulizie trombata per qualche appalto . Non può essere un a prova se non c'è dna. Di chi la manipolate. E accusare per demolire qualcuno ci vogliono prove certe . Esempio : Poteva benissimo farsele mettere in una busta e farle lasciare nella cassetta delle lettere di casa .

    RispondiElimina