martedì 2 maggio 2017

“STAI ZITTO, CHE DA GIOVANE TI CHIAMAVANO…” – STREPITOSO TRAVAGLIO: ANNIENTA RENZI IN DIRETTA TV


Travaglio VS Renzi Fate dimettere chi mente nel... di bigcocomero


“Se la Raggi dice no alle Olimpiadi, prendiamo atto e parliamo di altro”. È un Matteo Renzi  battagliero quello che si presenta a Otto e mezzo, dove trova ad attenderlo, oltre a  Lilli Gruber, anche Marco Travaglio. Renzi si chiede come mai in campagna elettorale Virginia Raggi si fosse impegnata a fare un referendum. Immediata la replica del direttore delFatto Quotidiano, che elencando le spese sostenute dalle altre città ospitanti in passato, sostiene che “le Olimpiadi sarebbero state una delusione pazzesca  anche senza corruzione, è una macchina che non può funzionare in attivo come tutti i grandi eventi come l’Expo”. Ribatte il premier: “Ho una visione ontologicamente diversa da Travaglio, io faccio il tifo per l’Italia non solo calcisticamente dove mi risulta che Travaglio tifi Germania”. E il giornalista: “Ogni tanto”


Si parla di Jobs Act e occupazione e il presidente del Consiglio sottolinea che “non è che se ti assumo poi sei sbattuto fuori”, e il direttore del quotidiano, a Renzi che rimarca che quello creato “è lavoro a tempo indeterminato”, rilancia con un “siete voi che fate danni”. “Rispettabile, ma una sua opinione”, controbatte Renzi che poi attacca: “Quelle che sono diminuite sono le copie vendute del Fatto quotidiano, non i posti di lavoro”.
Secca la replica del giornalista: “Non è così, le mando i dati. Pensiamo invece a quello che fate voi con i soldi dei cittadini”. “Travaglio, io non mento”, ha concluso  Renzi. Pronta la risposta: “Parla uno che da piccolo lo chiamavano ’il Bomba’.”

Photo by fabiolopiccolo:

Nessun commento:

Posta un commento