venerdì 5 maggio 2017

GIORNALI E TV HANNO CENSURATO QUESTA NOTIZIA, MA SE LA GENTE LO SCOPRE SI INFURIERA' COME NON MAI

Vitalizi senatori, il Pd si è dimenticato di tagliarli


La casta dei partiti il mese scorso non solo ha fatto finta di abolire i vitalizi, escludendo la proposta del M5S e approvando quella del Pd, ma ha anche “dimenticato” di far finta di abolire i vitalizi dei senatori.
Se infatti per i deputati risparmieremo 2,4 milioni (su 139 a bilanci), per i senatori neanche quello, come spiega Tommaso Rodano sul Fatto Quotidiano:
“Come ricorderete, tra polemiche e sotterfugi, il 22 marzo l’Ufficio di presidenza della Camera ha approvato un contributo di solidarietà triennale sui vitalizi degli ex deputati che eccedono i 70 mila euro l’anno.
Il Pd, nel frenetico tentativo di anticipare i 5Stelle, ha fatto votare praticamente senza discussione la delibera-blitz della vicepresidente Marina Sereni. Gli effetti concreti del provvedimento sono modesti: si risparmiano appena 2,4 milioni sui 139 a bilancio ogni anno a Montecitorio (ovvero l’1,7%). Ma tanto bastò ai renziani per prendersi la medaglia e lasciar scorrere proclami e dichiarazioni: ‘Una misura di equità e rigore’; ‘a differenza della propaganda dei 5Stelle, si tratta di misure efficaci subito’.”
“il Partito democratico pare essersi dimenticato di Palazzo Madama. Mentre la delibera Sereni diventa efficace per gli ex di Montecitorio dal primo maggio, gli assegni degli ex senatori a tutt’oggi non sono stati sfiorati. Nessun gruppo si è nemmeno premurato di convocare il Consiglio di Presidenza che dovrebbe occuparsi di redigere (e votare) un testo che produca gli stessi effetti di quello approvato nell’altro ramo del Parlamento”.
Perciò ci sarà ancora chi, come Clemente Mastella, percepirà migliaia di euro al mese (mentre gli invalidi ne prendono 280). Scrive Rodano:
“Un esempio pratico: Clemente Mastella (assegno che sfiora i 7 mila euro al mese) ha vissuto tra le mura della Camera per ben 8 legislature. L’ultima, breve esperienza in Parlamento però l’ha consumata al Senato, dal 2006 al 2008. Dunque è proprio il Senato che gli paga il vitalizio: se non interviene il Consiglio di Presidenza potrà continuare a godere della sua pensione senza rinunciare nemmeno alle briciole”.

 Photo by fabiolopiccolo:

10 commenti:

  1. Ci prendono per il CULO, ma ancora per poco, anche Renzi dichiarò che se perdeva il referendum lasciava la politica..... col piffero e come diceva TOTO' E IO PAGO . SONO SENZA DIGNITÀ

    RispondiElimina
  2. Sono dei ladri si aumentano i loro compensi e mantengono quelli che già hanno.Poi dicono che non vi sono soldi per i precari e pensionati. Vogliono più immigrati per gestire i soccorsi e le cooperative di accoglienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E I TERREMOTATI VERGOGNA NON CAPISCO SI POSSA CREDERE S RENZI PER LE BANCHE IN 24 ORE HANNO TIRATO FUORI TANTI SOLDI

      Elimina
    2. ne sa qualcosa anche qualcuno dei 5S

      Elimina
  3. DOBBIAMO AVERE LE PALLE DI SCENDERE IN PIAZZA E MANDARLI VIA A CALCI IN CULO.

    RispondiElimina
  4. Ci penserà il popolo ed il M5S a mandarli a casa ......

    RispondiElimina
  5. Ma perché parlate tanto su Facebook se poi si sta a casa comodi in poltrona anziché fare una rivolta ?

    RispondiElimina
  6. Lo urlo alla luna da un secolo...LA RIBELLIONE, il "ribellismo" è un categorìa di nobile valenza storia e civile!

    RispondiElimina