sabato 6 maggio 2017

CONDIVIDETE AL PIU' PRESTO: TUTTI I GIORNALI HANNO CENSURATO QUESTA NOTIZIA!

Pensioni parlamentari: il Pd tenta di confondere le idee ai cittadini chiedendo al M5S di votare la proposta del piddino Matteo Richetti.
Il problema, però, è che questa proposta in parlamento non è mai arrivata, come rivelato da Alessandro Di Battista a Carta Bianca, programma di Rai Tre condotto da Bianca Berlinguer.
“Questo è il mondo al contrario – ha detto il deputato in merito alla proposta di Richetti – ci accusa di non aver votato una cosa che non hanno mai portato in aula. Ma hanno la maggioranza questi o no? Sono il Pd il partito di maggioranza, pure se alla Camera hanno preso meno voti, e sono il doppio dei 5 Stelle in virtù di un premio di maggioranza incostituzionale? Sono o no il governo del Paese”.
La verità, ha aggiunto il deputato del M5S, “è che noi abbiamo presentato queste delibere che servono ad abolire il prepensionamento alla Camera e al Senato. Si possono votare nell’Ufficio di Presidenza.
Con questa delibera applichiamo la riforma Fornero ai parlamentari, così forse si degneranno a cambiarla pure per i cittadini.
Però è veramente ridicolo che noi facciamo una proposta e Richetti e gli altri del Pd iniziano a dire ‘votate la nostra’. Ma qual è la loro? Ognuno può fare una proposta di legge, poi è compito della maggioranza, dato che hanno possibilità, portare le proposte in aula. Perché non l’hanno fatto? Perché ne parlano solo quando noi tiriamo fuori una delibera che li mette in difficoltà.
Bastano venti deputati, una decina di senatori, un giorno di lavoro e il parlamentare non va più in pensione a 65 anni, dopo aver fatto soltanto 4 anni, 6 mesi e un giorno di legislatura, e stranamente il giorno che scatterà questa pensione sarà il prossimo 15 settembre; o non andrà a 60 anni in pensione con 1.500 euro di pensione se ha fatto soltanto dieci anni di legislatura, tra l’altro con il 90% di assenze”.
Sotto: il video dell’intervento di Di Battista




Photo by fabiolopiccolo:

Nessun commento:

Posta un commento