mercoledì 21 giugno 2017

Studente Usa morto in Corea, la reazione brutale di Trump: cacciabombardieri contro Kim

Cacciabombardieri per avvertire un regime "brutale". La reazione di Donald Trump alla morte dello studente americano Otto Warmbier, condannato in Corea del Nord a 15 anni e rilasciato in coma, poche ore prima del trapasso, non si è fatta attendere. Gli Usa hanno deciso di inviare due bombardieri strategici B-1 nella penisola coreana per esercitazioni con le forze sudcoreane. Lo ha confermato un portavoce della Difesa di Seoul. I B-1 hanno eseguito esercitazioni con due cacciabombardieri sudcoreani F-15K. Si tratta di "manovre regolarmente programmate", ha aggiunto il portavoce di Seoul, ma il tempismo è sospetto. Subito dopo la tragedia dello studente, il presidente americano ha tuonato contro "l'infamia" del governo di Kim Jong-un. Da Seoul hanno rincarato la dose. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha dichiarato che la Corea del Nord deve essere considerata responsabile per la morte di Warmbier: "Non possiamo sapere con certezza se la Corea del Nord lo abbia ucciso, ma io credo sia chiaro che Pyongyang ha una pesante responsabilità nel processo che ha portato alla sua morte", ha detto Moon in un intervista con il network americano Cbs. Cerca di abbassare le temperature la Cina, che definisce la morte di Warmbier "una vera tragedia". Il portavoce del ministro degli Esteri cinese Geng Shuang, commentando la vicenda del 22enne americano, ha auspicato che "la Corea del Nord e gli Stati Uniti riescano a gestire questa situazione". "La Cina - ha concluso - resta impegnata a risolvere le tensioni nella penisola di Corea attraverso il dialogo e il negoziato".

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/12417479/morte-studente-warmbier-trump-cacciabombardieri-corea-nord-kim-jong-un-brutale-regime-infame.html

Nessun commento:

Posta un commento