venerdì 23 giugno 2017

UN SIGNORE DA UN GIORNALE A DI MAIO, MA DENTRO TROVA QUELLO CHE NON TI ASPETTI: GUARDATE!

Dopo aver diffuso la bufala sul incontro mai esistito tra Matteo Salvini e Davide Casaleggio, La Repubblica si scaglia nuovamente contro i 5 Stelle con un articolo in cui attacca Luigi Di Maio con una falsa notizia.
Lo denuncia il deputato stesso parlando di “Metodo Repubblica“, con un video pubblicato sulla propria pagina Facebook, corredato dal seguente commento:
“Il Metodo Repubblica colpisce ancora. Notizie false e non verificate spacciate per vere con un obiettivo che è politico e non informativo. Non dovete mai dimenticare che La Repubblica è il giornale di Tessera Numero Uno del Pd De Benedetti.
Oggi, per continuare a spacciarci per pericolosi fascisti, si sono inventati di sana pianta che al Liceo avrei presentato una lista, per fare il rappresentante d’istituto, usando il motto della decima MAS fascista “Memento Audere Semper”.
E’ una balla. Sarebbe bastata una telefonata al mio ex liceo per evitare di scriverla, ma ovviamente i giornalisti di Repubblica non fanno alcuna verifica su ciò che scrivono. Per completezza aggiungo che nelle tre occasioni in cui mi sono candidato i motti erano:
1) Anno s. 2001/2002 “Cogito ergo sum”
2) Anno s. 2002/2003 “Per una scuola ricca di iniziative”
3) Anno s. 2003/2004 “Classico e Scientifico fanno la forza”
Non mi aspetto più neanche le scuse da questa gente, neanche mi interessano, ma volevo che voi sapeste la verità. Vi invito solo a non credere mai a ciò che scrive questo giornale: se scrivono una cosa, probabilmente è vero l’esatto contrario. Gli esempi ormai sono centinaia. Domani ne avremo un altro”.

Guarda il video in cui Di Maio spiega il Metodo Repubblica:

Nel video, girato durante il viaggio per Asti, dove si chiuderà la campagna elettorale, il deputato 5 Stelle ha raccontato di essersi fermato all’Autogrill e un signore “con Repubblica tra le mani” gli ha mostrato un articolo che Di Maio definisce “osceno, ridicolo e vergognoso”.
Si tratta del “Metodo Repubblica”, continua Di Maio, che spiega: “Ogni mattina a Repubblica si svegliano e cercano di capire come infangare il M5S o me, e questa volta risalgono a fatti di quindici anni fa, ovviamente inventando un’ennesima balla su una notizia non verificata e dicendo una cosa che serve a dimostrare che noi siamo dei fascisti.”










Fonte: https://www.silenziefalsita.it/2017/06/23/di-maio-metodo-repubblica/

14 commenti:

  1. oramai possono scrivere tutto quello che vogliono su di te Di Maio e suì 5 Stelle nessuno crede a queste fandonie andate avanti per la vostra strada che è anche la nostra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ciò che dice la signora Dionisia, e aggiungo che, per quanto me e molti altri come me, più queste sacche di pus parleranno male di te o del movimento, più io mi convincerò che siete l'unica possibilità per questo disgraziato Paese.

      Elimina
  2. A parte che non era un motto fascista, ma della 10 MAS, mio padre era un ufficiale pilota della Regia Aeronautica e non era affatto fascista, ma serviva la Patria, come i marinai Italiani di allora,al di là di questo, Repubblica è diventato un giornale vergognoso...come lo è l'informazione in Italia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creato da D'Annunzio in occasione dell'impresa di Buccari nella I guerra mondiale. Ben prima quindi di diventare morto fascista. I radical chic vittoriani dr noantri nonostante la spocchia e l'autoreferenzialità sono pure ignoranti. Ma non avevano dubbi in proposito.

      Elimina
  3. Tutti questi attacchi non fanno che rafforzare il mio APPOGGIO al MOVIMENTO e al loro OPERATO.

    RispondiElimina
  4. Repubblica quel giornale specializzato in balle????? Ma chi lo compra??????

    RispondiElimina
  5. REPOBBLICA !!!!! MA CHI CAXXO LO COMPRA STO STRACCIO DI FOGLI DI CARTA

    RispondiElimina
  6. certo che la serietà ormai non esiste più per certi giornali, compreso la repubblica, e mi farebbe piacere che il suo direttore si scoprisse qualcosa di illecito alla sua vita, come lui fa con delle persone perbene,e oneste, perciò biochettiamo la mrepubblica giornale menzognere.

    RispondiElimina
  7. Quello che non mi piace pero' è che il Movimento 5 Stelle è troppo passivo, non reagisce. Si fanno insultare da tutti gli organi di stampa, tv e quanto altro. Volete ribellarvi e sopratutto non astenetevi mai piu' o contro o a favore, almeno fateci sapere il perchè dei vostri comportamenti.

    RispondiElimina
  8. Tv e giornali ovvero il premiato bufalificio Italia.

    RispondiElimina
  9. Caro Di Maio, si capisce da quale bocca di fogna escono queste burla, sai ? Sono dei burloni, e nessuno ci crede più. State tranquilli andate a spada tratta., nessuno può scalfire la nostra simpatia e fiducia per voi. W. Mov. 🌟🌟🌟🌟🌟

    RispondiElimina
  10. io amo definire la vittoria politica alle elezioni del movimento come lo sbarco di anzio per la seconda guerra mondiale L I B E R A Z I O N E !!!!

    RispondiElimina
  11. Egregio Di Maio!E' ormai risaputo che stanno cercando in tutti i modi di discreditare il M5S con articoli di giornali asserviti e prezzati, con post sui social di personaggi arruolati a pagamento che fanno solo ridere e con altre forme di informazioni fasulle ma che non riusciranno mai a scalfire la stima e le speranze che gli italiani hanno riposto nel movimento. W M5S!

    RispondiElimina
  12. Si capisce chiaramente perchè non fanno altro che sputare fango sul M 5 Stelle.....1° perchè sanno che con il M 5 Stelle al comando, perderanno immediatamente il finanziamento pubblico ai loro loschi e sporchi giornali e 2° che forse è peggiore del 1° perchè non riescono a fare del giornalismo libero e sincero ma devono sottostare ai loro padroni che li obbligano a scrivere tutte le stronzate che vogliono......

    RispondiElimina