giovedì 9 marzo 2017

LA "NUOVA TASSA" IN ARRIVO DI CUI NESSUN GIORNALE PARLA. GUARDATE CHE INFAMATA

Un documento di lavoro della Commissione europea – la relazione è datata 22 febbraio 2017, ma è stata riportata dalla stampa solo qualche giorno dopo, il 7 marzo – ha ipotizzato l'aumento dell'aliquota IVA (ovvero l'imposta sul valore aggiunto) ordinaria e di quella ridotta, ad oggi (rispettivamente) al 22 e al 10%.

Secondo le simulazioni della Commissione europea, un eventuale incremento dell'IVA dall'attuale 10 al 13% avrebbe effetti “progressivi” e genererebbe un aumento del reddito disponibile fino al 3% per le fasce più basse, a patto che le risorse vengano destinate ad un credito d'imposta per il lavoro dipendente.

Il documento di lavoro conclude che “uno spostamento ottimale del carico fiscale verso i consumi potrebbe ridurre ulteriormente l'onere fiscale sul lavoro e favorire la lotta contro la povertà e la disuguaglianza”. Un'analisi del Centro studi di Unimpresa – lo studio si basa sui dati del ministero dell'Economia e della Corte dei conti –, diffuso nei mesi scorsi, ha quantificato l'impatto di un eventuale aumento dell'IVA dall'attuale 22 al 24%.

L'incremento garantirà un maggior gettito fiscale pari a 15,1 miliardi di euro. L'impatto sulle famiglie sarà di 414 euro. L'analisi sostiene che l'aumento avrà un effetto sui prezzi: l'indice dei prezzi al consumo dovrebbe salire dell'1,40% nel 2017. Nei giorni scorsi l'OCSE – ovvero l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico – ha osservato che il gettito IVA italiano “è inferiore a quanto dovrebbe essere”.

Nel documento sul DEF 2016, la Corte dei Conti ha sottolineato che attualmente l'Italia si colloca tra gli ultimi Paesi europei per incidenza dell'IVA sul Prodotto interno lordo (PIL), con un valore che non raggiunge il 6% e che è di circa 0,8% punti percentuali inferiore al valore della media dell'Unione europea.

In particolare, ha osservato la Corte dei Conti, il nostro Paese si colloca all'undicesimo posto per livello di quella ordinaria (anche se al primo tra i nostri principali partner europei), mentre solo altri quattro Paesi – l'elenco include: Francia, Lussemburgo, Malta e Regno Unito – hanno aliquote cosiddette “super-ridotte”, inferiori cioè al 5%.

fonte: http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/fisco-l-impatto-di-un-eventuale-aumento-dell-iva-dal-22-al-24-_3060750-201702a.shtml

17 commenti:

  1. E' UNO SCHIFO,CHI CI RIMETTE E' SEMPRE LA POVERA GENTE.ABBIAMO UN GOVERNO CHE NON GLI INTERESSANO I 4.700OOO CITTADINI CHE STANNO MORENDO DI FAME A LORO INTERESSANO LE LORO BANCHE,MA DI QUESTO NON SE NE VERGOGNANO,SONO SOLO BRAVI A DIRE CHE VA TUTTO BENE,NON CURANDOSI APPUNTO DELLA FAME CHE C'E'DELLA GENTE TERREMOTATA ABBANDONATA A SE STESSA,E CHE VIVE GRAZIE ALLA LORO FORZA D'ANIMO,SONO SOLO CAPACI A DIRE NON VI ABBANDONEREMO,POI SE NE VANNO E TUTTO FINISCE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo una cosa voglio dire e mi fermo, se succede tutto questo è solo colpa nostra di tutti gli italiani, negli altri paesi europei come l' Argentina, la Grecia e qualcun' altra se non erro il popolo si è mosso facendo una rimossa contro i politicanti, quindi mi chiedo, quand' è che ci muoviamo tutti noi?

      Elimina
  2. io mi sento male quando leggo. fanno tutto alle spalle della gente, mi sento come in un carcere vorrei mandare via questa gente.. e non ci riesco non ci riusciamo hanno messo il bavaglio d'acciaio alle nostre bocche per azzittirci (si sbagliano) confido sempre nel M5S

    RispondiElimina
  3. Io vorrei andarmene ma non voglio farlo perché aspetto la vittoria alle elezioni se non ci sarà non aspetto più nulla e nemmeno voterò più....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi cara marcella io sono un piccolo imprenditore ho 46 anni ho chiuso tutto e sono andato in centro america e allimprovviso mi e tornata voglia di vivere investire e sognare,cosa che purtroppo a casa nostra ce lo impediscono allora mi chiedo perche lavorare per questi ladroni esagerati che non si regolano e continuano a trattarci come chiavi. Basta i miei soldi non li avranno piu, un consiglio che posso dare e salvare il savabile e lasciarli anche se è dura è lunica cosa da fare. Mi sembra di essere rinato

      Elimina
    2. Hai ragione ultima spiaggia poi viaaaaaaa.

      Elimina
    3. Io invece dico che l'obbligo morale che abbiamo verso i nostri figli e nipoti è di combattere... sempre e comunque, anche a costo della vita, così come i nostri nonni fecero contro fascismo e nazismo. Noi abbiamo l'obbligo morale di mantenerci onesti e combattivi, sempre, per tracciare la via che i nostri figli e nipoti dovranno percorrere.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Domenico Albatros, tu hai salvato solo i tuoi soldi. Ne sei soddisfatto? Stai bene ora dove sei? Sono contento per te... ma non venire a farci la morale, perché noi siamo qui e stiamo combattendo, mentre tu sei fuggito coi tuoi soldini (magari lasciando senza lavoro gli operai che avevano fiducia in te) e te ne sei fregato dei tuoi connazionali in difficoltà.

      Elimina
  4. Vanno messi ingalera sti corrotti del pd

    RispondiElimina
  5. Purtroppo sono costretto ha subire un aumento sul pellet da riscaldamento stronzi schifosi ,era al 10%POI 22%ADESSO 24%MA COSA CAZZO VOLETE ANCORA!!!!ormai siete alla fife.viva M5S.

    RispondiElimina
  6. prima o poi scoppia una guerra e io sono il primo a smitraglirvi tutti quanti politici bastardi

    RispondiElimina
  7. CONTINUANO A RUBARE E NESSUNO LI ARRESTANO PD VUOL DIRE PARTITO DIFURTO AI OPERAI PERCHÉ NON PUBBLICANO LE LORO TASSE SE LI PAGANO E I LORO STIPENDI

    RispondiElimina
  8. Quando la gente si deciderà a roppergli il culo a questi lurido del pd

    RispondiElimina
  9. se vogliamo evitare tutto questo votiamo compatti M5S

    RispondiElimina
  10. siamo tutti stanchi di questa politica corrotta, se vogliamo fermarla bisogna scendere tutti in piazza,

    RispondiElimina
  11. Sarà un schifo, sarà un'abuso,sarà che il governo e un ladro, sarà che gli aumenti sono illeciti, sarà...sarà..., sarà invece che la vergogna siamo tutti noi italiani, che ci lamentiamo come uno stato delinquente, con dei politici delinquenti, faccia quello che vuole, noi possiamo solo lamentarci, parlarne male, ma la colpa e solo nostra, che alla fine li votiamo, e non facciamo niente di niente per difenderci, perché la maggior parte di noi siamo al fianco di questi delinquenti, è perché ci conviene cosi, amici degli amici, degli amici, degli amici, e che questi amici non finiscono mai. E questo lo dico perché sono molto deluso, di questi italia che non ha più onore, è dignità.

    RispondiElimina