mercoledì 22 marzo 2017

Traguardo storico a Roma. Dopo ben 5 anni di inattività, la Raggi mette in funzione le spazzatrici di Ama.




I mezzi, costati oltre un milione e mezzo, erano fuori uso e fermi nel terminal Gianicolo (60 mila euro al mese d’affitto) dal 2012. L’assessora: «Le avete conosciute quando erano incomprensibilmente abbandonate. Ora in funzione 5, presto le altre 6»

Finalmente sono operative - spazzano, strofinano, ingoiano cartacce - cinque anni dopo la presentazione in pompa magna in Campidoglio, quand’era sindaco Gianni Alemanno. Sono i tempi della capitale, ma tant’è. L’11 febbraio 2017, nella storia minore dell’Ama, la municipalizzata rifiuti al centro di un permanente tourbillon di scandali, sarà ricordato come un giorno speciale. Di festa. Sono infatti entrate in funzione - dopo uno spreco nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro - le spazzatrici elettriche nuove di zecca acquistate nel 2011 per pulire il centro storico e da allora custodite in garage, inattive. I 12 mezzi, agili e silenziosi, perfetti per infilarsi nei vicoli, erano costati 130 mila euro ciascuno, per un totale di un milione 560 mila euro, e oltre che il rispetto dell’ambiente garantivano un miglioramento della produttività, essendo previsto l’impiego di un singolo operatore. Peccato che, per la mancanza di uno «spinotto» adeguato, tale da garantire un’efficiente ricarica, finirono subito nel terminal Gianicolo (come denunciato nella recente inchiesta del Corriere) e lì siano rimaste per quasi un lustro. Ebbene, in queste ore i romani stanno vivendo il privilegio di rivederle in funzione. Dal vivo e sul web.

fonte; http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_febbraio_11/ama-spazzatrici-elettriche-azione-5-anni-raggi-posta-video-727be256-f06e-11e6-811e-b69571ccd9d9.shtml

10 commenti:

  1. complimenti! bella e brava e onesta <3

    RispondiElimina
  2. Roba sta cambiando ma nessuno ne parla, anzi se ne parlano dicono sempre le stesse cose ossia che non è cambiato nulla. Comunque suggerirei di sanzionare coloro i quali vengono beccati ad insudiciare le città. Possibile che li vedo solo io, ho buttano il pacchetto vuoto delle sigarette, oppure il fazzolettino con cui si soffiono il naso e quant'altro. Se si facessero le multe propabilmente le città sarebbero meno sporche.

    RispondiElimina
  3. Aiutiamo a diffondere le notizie. Facciamo qualcosa anche noi. Parlano malissimo della Raggi su tutti i CANALI TG TALK e giornali..TUTTI I GIORNI DA 7 MESI

    RispondiElimina
  4. Non critichiamo e basta...diffondiamo le informazioni positive...parliamo con la gente ignorante (che ignora)

    RispondiElimina
  5. Cittadini attivi....non lagne e basta...diffondete le notizie positive

    RispondiElimina
  6. I PAPPONI non si perdono niente. Lasciavano a parcheggio le spazzatrici per farci la cresta sul fermo a 60.000€ l'anno.

    RispondiElimina
  7. Concordo sulle ammende! Se la gente non capisce o non vuole capire che, così facendo, insudicia lo spazio comune, è giusto che paghi il danno estetico, igienico e un servizio che rende più costoso. Daniela gambini

    RispondiElimina
  8. Quando una persona vale lo dimostra nel tempo il PD e altri partiti(ladroni) in 30 anni si sono ingrassata e sistemato tutti i famigliari hanno fatto leggi speciali per tutelare i delinquenti e salvarsi ilsedere perché loro sono simili

    RispondiElimina
  9. Veramente hanno sempre funzionato, non credo ci sia bisogno di scrivere cazzate.

    RispondiElimina