mercoledì 15 giugno 2016

VERGOGNA a La7! Disinformano sul M5S ma i cittadini in studio si ribellano contro conduttore e ospiti!



L'Italia passa dal 73° al 77° posto nella libertà di stampa. Il resoconto annuale di Reporter senza frontiere è impietoso, peggio di noi in Europa solo Cipro, Grecia e Bulgaria. Il Bel Paese continua il suo declino anche nell'era post berlusconiana, perché di fatto in materia di asservimento dei media al poterenulla è cambiato. Anzi, siamo andati peggiorando.
Sicuramente l'invito all'astensionismo all'ultimo referendum sulle trivelle con la conseguente disinformazione dei media mainstream ha giocato il suo ruolo. Facciamo alcuni raccapriccianti esempi: conduttori del servizio pubblico, nei pochi minuti dedicati alla questione referendaria, propagandavanoche si votasse solo in 9 regioni (e di fronte all'errore ribadivano con arroganza le loro false ragioni). Spazi dei TG nazionali a totale appannaggio delle forze di maggioranza. Voci delle opposizioni mandate in onda nella notte per un finto bilanciamento temporale. Sondaggi non favorevoli al Governo mostrati in TV con grafici truccati ad arte per camuffarne il risultato (vedi immagine sopra).
Ecco, forse esempi di questo tipo bastano a spiegare perché l'Italia continua a scivolare sempre più in basso. I telegiornali della tv pubblica censurano tutte le notizie di procedimenti giudiziari aperti nei confronti di esponenti del partito di governo. I guardiani dell'ortodossia renziana vorrebbero mettere alla porta i conduttori scomodi. La nuova riforma Rai prevede che il suo amministratore delegato sia indicato dall'esecutivo e che il suo cda sia eletto dal governo e dalla sua maggioranza. Secondo le nuove regole volute da Renzi sei consiglieri su sette possono appartenere al partito di governo. Questo si chiama colpo di Stato. La cosiddetta intellighenzia di sinistra che con Berlusconi scendeva in piazza oggi, invece, si è appecorata. Siamo passati da Raiset a Renziset, dagli editti bulgari alle riforme polacche.
Per molto meno, la Commissione europea ha messo sotto sorveglianza la Polonia, la cui riforma della Tv pubblica prevede che i vertici siano nominati dal governo. E proprio in materia di Europa non siamo messi molto meglio, perché il vecchio Continente sta scendendo lentamente e inesorabilmente sul buon esempio italiano. Certamente pesano le propagande dei potenti di turno: dall'insabbiamento sullecrisi bancarie alla copertura delle immense frodi fiscali di Lussemburgo e affini. D'altronde, quando il Parlamento Europeo è dominato dall'accordo tra socialisti e popolari (per l'Italia il PD e Forza Italia+NCD) e la Commissione Europea viene presieduta da Jean-Claude Juncker (per 18 anni a capo del ricco Lussemburgo), qualche conseguenza sul piano della trasparenza e dell'onestà è bene aspettarselo.
In questo post (link) ribadiamo le proposte del Movimento 5 Stelle, per cui continueremo a batterci.
Noi non molleremo mai.

16 commenti:

  1. vergognosi devono essere tutti arrestati e buttati in galera

    RispondiElimina
  2. E di che ci meravigliamo, sappiamo tutti che l'informazione televisiva e cartacea al 99% e' Embedded, altrimenti perdono i finanziamenti pubblici(con i nostri soldi ma gestiti dal governo).

    RispondiElimina
  3. Questi sono animali si devono mettere in gabbia politici corrotti e giornalisti corrotti

    RispondiElimina
  4. A livello di informazione ai cittadini stiamo sotto al Burundi!!!!

    RispondiElimina
  5. Embedded, ma che sarebbe embedded? Parli in Italiano si faccia capire a noi non interessa sapere se lei conosce l'inglese!

    RispondiElimina
  6. un solo pensiero.....RIVOLUZIONE.....

    RispondiElimina
  7. FEDE DIREBBE....." CHE FIGURA DI MERDA "......

    RispondiElimina
  8. M5S - siete veramente i più buoni, siete veramente i più bravi ? gli altri sono cattivi, gli altri sono in malafede Che fortuna che ci state. Voi sieti l'Agorà.Una domanda : come vi sentite ad essere li mejo? li mejo......!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te lo dimostreremo non appena governeremo noi come se fa a eesere li mejo....quantomeno non rubiamo alle vecchiette....i tuoi padroni sono buoni solo a fare due cose:rubare a piu' non posso,e sguinzagliare voi cagnolini da blog latranti ade abbaiare per buttarla in caciara....ora va a cuccia e togliti dai co@gli@ni,fa il bravo su

      Elimina
  9. Tu si Grillo che sei sano dentro ! gli altri sono marci. sei sicuro? ma come si sta avendo sulla coscienza la pelle di altre persone. Bè io mi sentirei male, pregherei ogni giorno il Padrederno. Cercherei di essere indulgente verso i peccati degli altri. Ti ergi a un novello Cristo, ma secondo me ne sei ben distante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai emesso il tuo latrato,ora puoi toglierti dalle balle su fa il bravo...

      Elimina
  10. Praticamente questi due Signori contestano la giornalista e tutti quelli presenti in studio pro-renzi e i governo il fango che che puntualmete buttano sul m5s smascherando le loro malefatte all'interno dei palazzi con leggi imbroglione. Qualcuno chieda alla strisciante giornalara mirta come mai quel signore che è intervenuto giustamente e con cognizione di causa non partecipa più alla sua trasmissione.- Se ci fate caso dal giorno dopo alla trasmissione in questione il signore nonè più in trasmissione epurato anche lui fisicamentte stile PD x avergli spiattellato in faccia la verità-.

    RispondiElimina
  11. basterebbe non guardare più queste trasmissioni-pollaio.

    RispondiElimina
  12. Un buon giornalista si limita a dare le notizie senza schierarsi ....a difendere ragionevolmente gli assenti a richiamare gli ospiti che umiliano, disprezzano insultano l'avversario . Quanti lo fanno ?

    RispondiElimina