venerdì 14 ottobre 2016

ULTIM'ORA - "UNA VERA RIVOLUZIONE!" GUARDATE COSA STA PER ACCADERE A ROMA

La
riforma della macchina amministrativa del Comune di Roma è quasi pronta. Una vera e propria "rivoluzione" per la sindaca Virginia Raggi, un meccanismo "più complicato, che genererà solo confusione" secondo i sindacati. La Giunta si prepara ad approvare la nuova macrostruttura degli uffici del Campidoglio, che riallineerà i dipartimenti ai nuovi assessorati. Ma soprattutto entro il 31 ottobre dovranno essere riassegnati gli incarichi dirigenziali (oltre che pubblicato il bando per le posizioni organizzative) che vanno in scadenza. 

E il governo capitolino ha intenzione di farlo con un nuovo sistema meritocratico per "interpelli": ogni dirigente si candiderà alla posizione che desidera occupare e sarà scelto sulla base del miglior curriculum. Anche se alla fine a decidere potrebbe essere ancora la politica. E il responsabile del personale, che è quel Raffaele Marra la cui presenza nell'amministrazione ha già provocato più di un malumore all'interno del Movimento 5 stelle. 

VIA IL DIPARTIMENTO PER LE PERIFERIE, NASCE QUELLO ALLO SPORT - Il disegno della nuova macrostruttura - l'assetto organizzativo degli uffici capitolini - era uno dei primi provvedimenti attesi del governo. Per la sua elaborazione ci è voluto un po' più del previsto, rallentata dalle note difficoltà dell'ultimo mese. La novità principale è la soppressione del Dipartimento per le Periferie, creato da Walter Veltroni per dedicare più attenzione alle zone meno centrali della Capitale, le cui competenze verranno riassegnate al Dipartimento Urbanistica, potenziato anche con le deleghe per la Città storica. In parallelo saranno istituite due nuove strutture importanti: il Dipartimento allo Sport e alle politiche giovanili, che nasce pur in assenza di un assessorato vero e proprio (la delega è del vicesindaco Frongia), anche in risposta alle accuse di trascurare lo sport dopo il no alle Olimpiadi; e quello al Turismo e lavoro. Per tutti bisognerà trovare chi li dirigerà. Ed è qui che si gioca la vera partita. Continua su "ilfattoquotidiano.it"

8 commenti:

  1. Sembra un sognio........ questo e`un miraccolo !!! Molto comovente........ Grazie a questi geni del m5s !!! Italian proud

    RispondiElimina
  2. Che Dio benedica il Movimento e le persone che lo votano...me compreso!

    RispondiElimina
  3. Che Dio benedica il Movimento e le persone che lo votano...me compreso!

    RispondiElimina
  4. Che Dio benedica il Movimento e le persone che lo votano...me compreso!

    RispondiElimina
  5. Cambiare si può, si deve, ridare al paese la sua capitale che nei lunghi anni passati è stata offesa e vilipesa dal partito più corrotto d'Europa. Virginia avanti tutta, gli onesti sono con Te.

    RispondiElimina
  6. E dopo Roma e Virginia toccherà all'Italia intera!...

    RispondiElimina
  7. E dopo Roma e Virginia toccherà all'Italia intera!...

    RispondiElimina