lunedì 10 ottobre 2016

Il piano (pazzesco) di Mattarella: vince il no? Addio Renzi ed ecco chi ci rifilano, altro che votazioni! Come nelle peggiori dittature

"Se vince il No vado a casa". L'aveva detto Matteo Renzi quando si sentiva la vittoria in tasca. Ma con l'avvicinarsi del 4 dicembre, data del referendum costituzionale, e i sondaggi che danno il fronte del Sì a rischio sconfitta, lo scenario di un successore a Palazzo Chigi sembra sempre più concreta tra le fila del Partito Democratico. 
Secondo La Stampa, i nomi che si rincorrono per un post Renzi sono sostanzialmente tre. Il superfavorito è Dario Franceschini, attuale ministro della Cultura. Il leader di Areadem (la corrente interna a cui appartiene mezzo partito) è vicino anche alla minoranza del Partito Democratico e a Forza Italia, rapporti fondamentali per un dopo referendum in cui si dovranno equilibrare gli interessi di tutte le ali del Parlamento. Talmente favorito da meritarsi anche una battutina di Renzi, che un paio di giorni fa, a Firenze, gli ha detto che: "Caro Dario, l'ultimo ferrarese che è passato di qui ha fatto una brutta fine", riferendosi al Savonarola, di Ferrara come Franceschini, bruciato in piazza della Signoria.
Gli altri due nomi sono quelli di Pier Carlo Padoan, che SergioMattarella avallerebbe per rassicurare i mercati internazionali, e Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo Economico, che si sarebbe vantato della possibilità di detronizzare Matteo Renzi grazie al suo impegno di spinta sulla crescita. Una vanteria che l'ha messo in cattiva luce col premierche, anche in caso di abbandono di palazzo Chigi, potrebbe cassarlo. Perché all'alba del 5 dicembre potrebbe non essere più Presidente del Consiglio, ma segretario del Pd rimane.

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11988820/renzi-dimissioni-referendum-mattarella-candidati-presidente-del-consiglio.html

15 commenti:

  1. Non posso andare oltre...Mattarella muto, triste x la morte del fratello!

    RispondiElimina
  2. Se dovesse veramente succedere tutto ciò (ed è molto probabile in quanto l'anno scelto apposta questa MUMMIA)allora SIGNORI MIEI E' ARRIVATA L'ORA DI SCENDERE TUTTI IN PIAZZA PER RIPRENDERCI LA DEMOCRAZIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo noi Italiani parliamo ma non facciamo mai una rivolta contro questa massa di politici mafiosi.

      Elimina
    2. Purtroppo noi Italiani parliamo ma non facciamo mai una rivolta contro questa massa di politici mafiosi.

      Elimina
    3. Tutti ad occupare le piazze di Roma!!!!!!!ora basta!!!!

      Elimina
    4. Tutti ad occupare le piazze di Roma!!!!!!!ora basta!!!!

      Elimina
  3. SE UN GOVERNO NON E' GRADITO, E UN DIRITTO DEL POPOLO TORNARE A VOTARE, PER DECIDERE DEMOCRATICAMENTE IL SUO VOLERE , NO ALLE DECISIONI IN ALTO LOCO , PER CONTINUARE A VESSARE CON LEGGI OPPORTUNISTICHE I SALASSATI , A BENEFICIO DEI SOLITI N o t i, BENEFICIARI DI PRIVILEGI ASSURDI, PROVATE AD ESSERE OPERATORI NORMALI , CAPIRESTE COME E DIFFICILE ESISTERE SOTTO LE VOSTRE ANGHERIE ..!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo perfetto non fa una piega ma quanti ne convinci a scendere in piazza poi credo che se non c e rivolta se ne fregano senza forza non li vinci e resteranno a lungo questi sono i fatti poi chi vivra vedra

      Elimina
  4. io metterei una bomba a Montecitorio quando non coi sino i m5stelle e li farei saltare tutti sti ladroni schifosi

    RispondiElimina
  5. Comincio a pensare che il desiderio di mettere fine a questa classe politica di balordi ladri delinquenti e parassiti che ci anno portato alla miseria,sia veramente di fare una guerra interna e cacciare via con la forza queste bande bassotti che si fanno chiamare partiti politici,che tutto sono fuorchè politici.L'unica cosa che ci trattiene e il M5S,e non vediamo l'ora di vedere i 5 stelle al governo,perchè e l'unico che merita la fiducia,perchè rispettano il patto con gli Italiani,che fanno ciò che anno promesso,come ad esempio non prendono il finanziamento ai partiti,si sono dimezzati gli stipendi,restituiscono nel rediconto spese oltre il necessario,non usano macchine blu con autista a spese nostre,non anno privilegi e costi a carico nostro,anno riscattato dalla banca una casa con i loro soldi a una famiglia che non poteva più pagare perche aveva perso il lavoro,anno fatto aggiustare in sicilia una strada di circa un chilometro che era interrotta per frana,anno aiutato a creare oltre 2500 piccole aziende che fanno lavorare altrettante persone,e anno fatto tante altre cose buone per il paese.Ora quello che io chiedo agli Italiani che cosa devono fare i miracoli questi ragazzi e ragazze per capire che sono l'unica speranza per l'Italia? Viva il M5S e arriveder le stelle sempre in crescita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Francesco,il tuo discorso non fa una piega (nonostante la tua grammatica non sia perfetta).
      Staremo a vedere cosa succederà dopo la vittoria del NO.

      Elimina
    2. Giustissimo Francesco, per adesso continuiamo a sostenere il movimento e aiutiamo questi ragazzi con tutti i mezzi che abbiamo. E speriamo che arrivi presto il giorno di poter rivedere le stelle

      Elimina
  6. E' difficile comunque che cambi veramente qualcosa. Dietro a tutto questo ambaradan politico e finanziario chi comanda è chi ha i soldi, quelli veri, i grandi capitali e i grandi interessi.I capi di governo sono le marionette, ma chi tira i fili sono seduti ad un tavolo virtuale e fanno il bello e cattivo tempo. Il problema è che sono senza cuore, avidi , cinici, pronti a prevaricare l'umanità e l'uomo per i loro soli interessi. E' il modello Americano che vogliono instaurare, il popolo senza diritti, privatizzare tutti i beni e servizi , la sanità , la scuola, le prigioni, l'acqua, e cosi via, tanto da permettere di vivere solo quelli che riescono a produrre reddito e naturalmente spendono all'interno di questo sistema perverso le loro risorse che vogliono dire permettersi una casa, le cure in ospedale, fare studiare i propri figli e cosi via. Insomma vogliono permettere la dignità di vivere solo chi riesce ad entrare in questo sistema inumano, il puro capitalismo.Dietro tutto questo non vi sono solo i soldi, ma regna la cattiveria, quella vera, regna la cupidigia . il procura. I politi Italiani per quanto riguarda noi si sono prostituiti a questo sistema e non certamente gratis o per masochismo, hanno il loro tornaconto.Per i potenti siamo carne da macello, siamo soldati per fare la guerra, operai da sfruttare dentro le catene di montaggio, nei cantieri a sputare sangue e fatica per uno stipendio che a malapena permette di vivere . Dall'altra vi sono gli eletti che girano con le macchine di lusso, mangiano nei ristoranti ( oggi uno che vive di stipendio e deve mantenere una famiglia se lo può permettere solo se lavorano marito e moglie e non tutte le settimane ). Cosa sta succedendo se lo chiedono in pochi, questa è una guerra fatta dall'uomo contro l'uomo, dai ricchi contro i poveri, dai furbi contro gli onesti. Comunque niente è per sempre, un giorno per forze di cose man mano che maturano i tempi qualcosa deve cambiare, è l'uomo che detiene il vero potere, ed è l'uomo comune che si inchina a questo sistema, che da potere a questo sistema perverso. Basterebbe che tutto si fermasse, che ogni uno non andasse più a lavorare, in una settimana il sistema sarebbe in ginocchio, senza violenza, in pace e serenità. Il governo sarebbe costretto a fare la vera volontà del popolo, a rispettare quella costituzione che ci ha portato fuori dal fascismo più bieco, dal medio evo, dalla schiavitù.

    RispondiElimina
  7. Ma dove trova queste notizie così veritiere, al limite della fantascienza ? Non sarebbe il caso che lei abbandoni questa sua rabbia costruita per fare delle proposte credibili per il paese ?

    RispondiElimina