mercoledì 13 aprile 2016

ULTIM'ORA! PD NEI GUAI. INCHIESTA PETROLIO - INDAGATO IL SOTTOSEGRETARIO..

Il sottosegretario alla Salute ed ex governatore lucano Vito De Filippo, del Pd, è indagato per induzione indebita nell’ambito dell‘inchiesta della procura di Potenza sui presunti vantaggi concessi alla lobby del petrolio. Inchiesta sfociata nelle dimissioni della titolare del dicastero dello Sviluppo, Federica Guidi. Ne dà notizia Repubblica, secondo cui a De Filippo viene contestato uno scambio di favori con l’ex sindaco di Corleto Perticara Rosaria Vicino, anche lei del Pd, arrestata il 31 marzo insieme a cinque funzionari del centro oli dell’Eni di Viggiano dove viene trattato il petrolio estratto in Val d’Agri.

Insieme a De Filippo, che si è dimesso da presidente della Regione a fine 2013, è stata iscritta nel registro degli indagati la segretaria Mariachiara Montemurro, consigliere comunale del Pd di Gallicchio (Potenza). Secondo gli inquirenti Vicino, ancora ai domiciliari, aveva assicurato all’attuale sottosegretario che si sarebbe spesa per sostenere la Montemurro alle amministrative del 2014 in cambio dell’assunzione del figlio.
Invece il dossier su De Giorgi, di cui diversi giornali hanno dato conto martedì, racconta nel dettaglio i “festini” organizzati dal capo di stato maggiore della Marina militare quando è stato al comando dell’incrociatore Vittorio Veneto, l’ammiraglia della flotta italiana fino al 2003. Con tanto di ragazze trasferite sulla nave militare con un elicottero, Falcon usati come taxi e cavalli bianchi in sella ai quali l’ammiraglio aspettava gli ospiti.
"I fatti riportati sui giornali e nei servizi televisivi, attribuiti alla mia persona, sono del tutto infondati e ledono l'onore ed il decoro del sottoscritto". Lo ha dichiarato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, in merito "al dossier di provenienza anonima pubblicato senza verifica delle fonti da parte di alcuni media". "Sentito il mio avvocato - ha proseguito De Giorgi in un comunicato della Marina Militare - non ho potuto esimermi, per la mia posizione pubblica, dal querelare gli autori. La cosa personalmente mi amareggia, per il mio ben noto rispetto verso gli organi di stampa e verso la liberta' di informazione".

F
ONTE: www.affaritaliani.it

1 commento: