lunedì 21 novembre 2016

“RENZI, RENZI VAFFANCULO!” LO STREPITOSO BENVENUTO DEI CITTADINI DI MATERA CHE NESSUN TG TI FARA’ MAI VEDERE


POTENZA SALUTA RENZI. di bigcocomero

MATERA – A margine dell’iniziativa a sostegno per il Sì al referendum costituzionale, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, si è fermato a parlare alcuni minuti con il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri: secondo quanto si è appreso, i due si sono soffermati sulle questioni riguardanti Matera 2019, quando la Città dei Sassi sarà Capitale europea della Cultura.

In seguito il premier ha anche incontrato i rappresentanti dell’associazione «Matera ferrovia nazionale» che gli hanno chiesto di occuparsi della questione relativa al completamento della tratta ferroviaria Ferrandina-Matera che collegherebbe così la città lucana alla rete nazionale delle Ferrovie dello Stato. All’esterno del Cinema comunale, prima dell’intervento del premier, alcune persone lo hanno contestato, urlando slogan anche contro il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd).


Se quelli che fuori urlano avessero letto il quesito voterebbero Sì»: così il premier ha risposto, da Potenza, nella seconda tappa lucana a favore del Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre. Anche all’esterno del Cineteatro Don Bosco, nel capoluogo, si sono radunate diverse centinaia di persone, fra cui molti studenti, che hanno contestato l’arrivo del premier in Basilicata. «Ci sono under 25 – ha rilanciato – che dicono di volere il potere di scegliere i senatori. Ragà, cerchiamo di capirci: oggi un under 25 un senatore non lo vota e domani non è che i senatori saranno nominati, saranno eletti dai cittadini ma conteranno meno di oggi. Non è che aboliamo la democrazia, semplifichiamo la burocrazia. E chi dice che togliamo il diritto di scelta dice una cosa bugiarda, che non è vera».

Al termine del comizio  Renzi ha incontrato una delegazione di studenti di scuole del capoluogo lucano, spiegando loro alcuni punti della riforma costituzionale. Lo ha reso noto lo stesso premier parlando con i giornalisti all’interno del Cineteatro potentino: «Abbiamo parlato con gli studenti – ha detto il segretario-presidente – ripercorrendo il dibattito fatto prima, mi sono anche scusato con loro perché gli abbiamo tolto il teatro e ho promesso che verrò a Maratea (Potenza) a giugno. Abbiamo discusso  del bicameralismo perfetto, del Cnel, del Titolo quinto e abbiamo detto loro che la clausola di supremazia» dello Stato sulle Regioni «esiste già: è nella sentenza della Corte costituzionale». Inoltre, rispondendo a una domanda dei giornalisti sul petrolio in Basilicata, Renzi ha ribadito che «le estrazioni le decide la Basilicata».



1 commento: