giovedì 24 novembre 2016

DEGNO PARASSITA! Benigni, lo scandalo del jet privato. Aveva fretta: chi paga (e quanto)

Roberto Benigni, il jet privato con Stefania Giannini: indaga la Corte dei Conti


Un periodo di guai e polemiche, per Roberto Benigni: dopo la patente ritirata per un contromano a Roma, l'aereo pagato con i soldi dell'Università. Si parla di un viaggio da Roma a Bruxelles, destinazione Parlamento europeo, sul quale la Corte dei conti di Perugia sta puntando i fari con un invito a dedurre notificato in queste ore. Destinatari del provvedimento, arrivato sul filo della prescrizione, il ministro Stefania Giannini e il dg dell'Università per Stranieri, Antonella Bianconi (dg ai tempi in cui la Giannini era rettore dell'istituto). I giudici contabili chiedono di spiegare perché sono stati spesi 16mila euro per affittare un Falcon, un jet privato, per portare Roberto Benigni da Ciampino a Bruxelles a tempo record. A saldare il conto fu l'Università di Perugia. Chiara la contestazione del procuratore Pasquale Principato, secondo il quale è ravvisabile uno spreco di denari pubblici.
La Giannini ha già spiegato che si trattava di un'iniziativa istituzionale legata ai 150 anni della Repubblica e che il jet privato era una necessità poiché Benigni aveva una gamba ingessata. Inoltre, si suppone che la condizione del volo privato fu posta dallo stesso comico. I fatti risalgono al 9 novembre 2011, anno di celebrazioni dei 150 anni dell'unità, e Bruxelles era previsto un recital di Benigni, un canto dell'Inferno. Al ritorno in Italia, però, i revisori dei conti dell'Università segnalarono il problema: la spesa disposta dalla Giannini, con tanto di modifica del bilancio per giustificarla, non poteva essere digerita. E ora, sul filo della prescrizione, i magistrati contabili avviano gli accertamenti.

fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/12026409/roberto-benigni-stefania-giannini-jet-privato-universita-perugia-corte-dei-conti.html

3 commenti:

  1. E si....a chi lecca il culo alla casta questo ed altro!
    Siamo un popolo di pagliacci, e la moda ultimamente richiede di esser toscano!

    RispondiElimina
  2. È uno sporco falso comunista e ladro con i soldi della comunità.

    RispondiElimina
  3. Sono fermo a quel detto per le banderuole( franza e spagna) basche se magna

    RispondiElimina