giovedì 17 novembre 2016

Fatele i complimenti, questa donna ha un nuovo lavoro! Ma sapete chi è? Assurdo, non ci crederete mai:

LA FIGLIA DI PADOAN? SUPER POLTRONA ANCHE PER LEI: OVVIAMENTE “CI RACCONTANO” CHE HA UN SUPER CURRICULUM. CHISSA’ QUANTI GIOVANI NE HANNO DI MIGLIORI…E ATTUALMENTE SONO A SPASSO

Cdp assume la figlia del ministro Padoan, che controlla la Cassa
L’ente controllato con una quota dell’80% dal ministero dell’Economia ha assunto Eleonora Padoan, proprio la figlia del titolare del dicastero di via XX settembre
Ovviamente c’è un curriculum vitae di tutto rispetto e con le skill adatte al ruolo per cui è stata chiamata. E anche le procedure interne sono state guidate dalla massima trasparenza e dalla rigorosa analisi delle presenza delle competenze richieste. Certo che, però, è quantomeno curioso che la Cassa depositi e prestiti, l’ente controllato con una quota dell’80% dal ministero dell’Economia e da poco affidata al duo Claudio Costamagna e Fabio Gallia, abbia assunto Eleonora Padoan, proprio la figlia del titolare del dicastero di via XX settembre.
Con una precedente esperienza di senior economist in Sace, la società pubblica di assicurazione dei crediti all’estero controllata proprio da Cdp, la Padoan, che andrà a occuparsi del settore della cooperazione e dello sviluppo internazionale, è stata scelta al termine di una procedura interna di “job posting” (non concorso pubblico, non appartenendo la Cdp all’apparato statale) che alla fine ha visto partecipare solo tre candidati e tutti interni alla Sace.
Il contratto (a tempo indeterminato) è partito dal primo luglio 2015 e la rampolla di casa Padoan è stata che assunta in Zona Cesarini con uno degli ultimi atti della vecchia amministrazione targata Bassanini-Gorno Tempini.
FONTE
http://www.affaritaliani.it/economia/cdp-assume-la-figlia-del-ministro-padoan-che-controlla-la-cassa-378403.html?ref=ig

2 commenti:

  1. Cosa c'è da commentare in Italia la casta fa quello che vuole e noi zitti come pecore che schifooooooo

    RispondiElimina
  2. è l'italia che và trallalero trallalà

    RispondiElimina