mercoledì 14 settembre 2016

++ ARRESTATO ++ Dopo la denuncia della Raggi va in galera il parassita. Silenzio assordante dei media



Francesco Alvaro, commissario straordinario di Farmacap, la municipalizzata di Roma Capitale che gestisce le 47 farmacie comunali, è agli arresti domiciliari.
È accusato di turbativa d'asta e falso con l'imprenditore Giuseppe Giordano, titolare della società Dragona Servizi, nell'ambito di un'inchiesta che riguarda l'affidamento degli appalti per la mensa di un asilo nido, nella zona dell'Infernetto a Roma.
Alvaro è stato direttore del dipartimento V del Comune di Roma, prima di essere nominato alla Regione Lazio nel 2007 nel ruolo di Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza. La Giunta Marino, nel 2014, lo ha messo a capo di Farmacap, la partecipata a capitale interamente pubblico che gestisce le farmacie.
L'indagine ha preso le mosse da un esposto presentato da un altro dirigente della società, che si lamentava dei presunti «atteggiamenti vessatori» posti in essere dal commissario straordinario, e da un secondo esposto dell'attuale sindaca di Roma Virginia Raggi, che aveva denunciato una serie di irregolarità



Fonte: http://www.lettera43.it/cronaca/roma-farmacap-arrestato-commissario-francesco-alvaro_43675258991.htm

18 commenti:

  1. siamo in una dittatura bianca e i giornalisti assoldati da questa casta..... Vergogna......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come mai i media non parlano di queste cose? Sanno solo parlare male della Raggi, inventare presunti illeciti ma le cose vere vengono proditoriamente nascoste. Buffoni, mercenari di un governo fasullo che non sa più come screditare chi sta tirando fuori uno ad uno gli innumerevoli scheletri che ha nell'armadio.

      Elimina
    2. Giornalisti vergognosi una coscienza non l,avete siete da vomitoooooooooooo

      Elimina
    3. Giornalisti vergognosi una coscienza non l,avete siete da vomitoooooooooooo

      Elimina
    4. Giornalisti vergognosi una coscienza non l,avete siete da vomitoooooooooooo

      Elimina
    5. Pubblicato su tutti i giornali basta leggerli e non limitarsi a guardare le figure
      E comunque lui si è dimesso

      Elimina
    6. se fossimo più informati e se avessimo voglia di farci delle domande forse troveremo le informazioni che ci faranno la differenza. ma sembra che la gran parte della gente conosce tutte le caratteristiche dei tablet, telefonini e TV...... almeno li usassimo per migliorarci anziche esserne dipendenti con i vari giochetti sarebbe già un grande obiettivo

      Elimina
    7. se fossimo più informati e se avessimo voglia di farci delle domande forse troveremo le informazioni che ci faranno la differenza. ma sembra che la gran parte della gente conosce tutte le caratteristiche dei tablet, telefonini e TV...... almeno li usassimo per migliorarci anziche esserne dipendenti con i vari giochetti sarebbe già un grande obiettivo

      Elimina
  2. Chi semina vento raccoglie tempesta mi diceva mia nonna, saggia donna. Ingiusto non dare meriti quando questi esistono, normale in un'atteggiamento di costante sfida e sfiducia reagire con le stesse armi si siano usate contro. Al posto di sciarpe con loghi e bandiere cercare il dialogo sarebbe l'unica risposta per cambiare qualcosa.il buon esempio è il miglior aiuto si possa offrire al cambiamento.Non chiudersi a riccio e indicarsi alla propria maestra preferita urlando "ma lui sta facendo questo!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo molta gente non si occupa delle faccende pubbliche e neppure di quelle che interessano la loro sfera familiare Sembra che tutti vivano nel torpore Quindi i politici in genere possono fare quello che vogliono

      Elimina
  3. Chi semina vento raccoglie tempesta mi diceva mia nonna, saggia donna. Ingiusto non dare meriti quando questi esistono, normale in un'atteggiamento di costante sfida e sfiducia reagire con le stesse armi si siano usate contro. Al posto di sciarpe con loghi e bandiere cercare il dialogo sarebbe l'unica risposta per cambiare qualcosa.il buon esempio è il miglior aiuto si possa offrire al cambiamento.Non chiudersi a riccio e indicarsi alla propria maestra preferita urlando "ma lui sta facendo questo!"

    RispondiElimina
  4. E uno schifo non si può vivere con questo sistema cosi corrotto le cose devono Cambiare ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. personalmente nella mia cittadina ci provo ma anche le cose piu macroscopiche che denuncio non fanno breccia nel cervello della gente ormai regna la sopportazione

      Elimina
  5. Ma credete proprio che abbiamo l'anello al naso!!!
    Galera!!! Questo fra tre giorni è libero a prenderci in giro e a godersi i soldi.

    RispondiElimina
  6. Ma credete proprio che abbiamo l'anello al naso!!!
    Galera!!! Questo fra tre giorni è libero a prenderci in giro e a godersi i soldi.

    RispondiElimina
  7. I giornali di governo non possono che sparlare del movimento 5 stelle ricorrendo ad armi non convenzionale, cioè alla falsità e alla menzogna. Vedono il fuscello nell'occhio altrui, ma non vedono la trave nel proprio. Sono capaci di inventarsi chissà cosa per screditare l'avversario politico, ma tutto ha un prezzo e gli si ritorcerà contro...

    RispondiElimina
  8. Pian piano li mettiamo tutti dentro. ...il magna magna deve finire

    RispondiElimina
  9. Abbiamo urgentemente bisogno di "veri" giornalisti, che raccontino come stanno veramente le cose. Quei pochi rimasti, vengono sopraffatti dai "giornalai" di regime. Un appello a tutti quei giovani giornalisti indipendenti e veramente liberi ed onesti: fatevi avanti, non abbiate paura!

    RispondiElimina