sabato 2 luglio 2016

Tasse: purtroppo dobbiamo darvi una notizia terribile:è tutto vero! Come ci ha ridotto Renzi: guarda!

Nel 2016 gli italiani pagano 28 miliardi in più di tasse rispetto alla media dei cittadini dell’Eurozona. Si tratta di 461 euro di maggiori imposte pro capite. Per le imprese il gap fiscale Italia/Europa è ancora più ampio: il total tax rate, cioè la somma di tutte le imposte e tasse pagate dall'impresa al lordo dei profitti, è pari al 64,8%, il più alto nell’Ue, superiore a quello della Francia (62,7%) ed Austria (51,7%) e più che doppio rispetto a quello di Slovenia (31,0%) e Svizzera (28,8%). E' quanto emerge da una rilevazione Ufficio studi di Confartigianato diffusa in occasione dell'Assemblea annuale.
La situazione peggiora per le piccole imprese con meno di 20 addetti, che pagano un’aliquota fiscale complessiva su Ires ed Irap del 32,8%, superiore di 5,2 punti rispetto al 27,6% delle imprese di medio-grande dimensione, con 50 addetti ed oltre.
Alla crescita della pressione fiscale ha contribuito il prelievo a livello locale: tra il 2011 e il 2015 le imposte dirette e indirette di tutte le Amministrazioni pubbliche sono aumentate del 6%, trainate dall’incremento del 27,2% (+14,8 miliardi di euro) dei 5 principali tributi locali cioè Irap, Addizionali Irpef, Imu e Tasi.
Al peso delle tasse si sommano le complicazioni burocratiche per pagarle. Anche qui un altro record negativo: ogni impresa italiana spreca in adempimenti fiscali 269 ore all’anno, 92 ore in più delle 177 ore della media Ocse e superiori alle 218 ore in Germania, alle 158 ore in Spagna, alle 137 ore in Francia e alle 110 ore nel Regno Unito.
Sulla competitività delle imprese, poi, il cuneo fiscale sul costo del lavoro dipendente, pari al 49%, di 13,1 punti superiore al 35,9% della media Ocse ed il quinto più alto dopo Belgio, Austria, Germania ed Ungheria.
Ritardi, ostacoli, inefficienze del sistema Paese generano un ambiente ostile al 'fare impresa', tanto che nella classifica sulla facilità di fare impresa l’Italia si colloca al 45° posto tra i 189 Paesi del mondo

fonte: http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2016/06/28/fisco-gli-italiani-pagano-mld-tasse-piu-della-media_Qz3wOqV4vz48zaxSrGsGFP.html

6 commenti:

  1. SI TUTTO VERO ,MA GLI ITALIANI COME MAI NON VENGONO IN PIAZZA??? COME FA :AD ESEMPIO LA FRANCIA??O DOBBIAMO ARRIVARE TUTTI;OPERAI ,IMPIEGATI INSOMMA TUTTE LE CLASSI TRANNE CHI A FATTO I SOLDI CON LA MISERIA DEI POVERI VOGLIO DIRE LA COLPA NON è PIù SOLO DI RENZI ,IO METTO IN PRIMO PIANO ,OLTRE LA META DEI CITTADINI ITALIANI IPOCRITI CHE COSA SPERANO?? CHE I PROBLEMI LI RISOLVANO QUESTA CLASSE POLITICA ,DEVONO ESSERE MANDATI VIA AL PIù PRESTO,E DIAMO IL GOVERNO A CHI,ALMENO A DIMOSTRATO ONESTà POLITICA ED INTELLETTUALE:IL M.5.S,FACCIAMOLO GOVERNARE; FARE MEGLIO DI UN 20ENIO,TRASCORSO,IL M.5.S SARA IN GRADO DI FARLO,PERCHE ,NEL M.5.S L"ONESTà,LA BASE DI UNA BUONA POLITICA PER IL PAESE ,,

    RispondiElimina
  2. il piano finale è quello di far fallire più imprese possibile e riacquistarle per pochi spiccioli o gratis. Dopo il licenziamento dei dipendenti, arriveranno i "lavoratori a gratis" del Medio Oriente e dell'Africa.

    RispondiElimina
  3. gia una volta ho detto che ci vuole una rivoluzione armata, con questi il parlare non serve bisogna eliminarli

    RispondiElimina
  4. Siano in EU quando fa comodo poi x altri versi siamo italiani.
    Siamo un popolo strano .

    RispondiElimina
  5. Siano in EU quando fa comodo poi x altri versi siamo italiani.
    Siamo un popolo strano .

    RispondiElimina