venerdì 1 luglio 2016

Effetto Raggi clamoroso: è saltata fuori una maxi truffa della più grande municipalizzata della Capitale

Atac: il palazzo affittato prima di essere costruito. 

Dossier alla Procura

La più grande municipalizzata italiana aveva comprato (poi affittato) una sede non esistente. Forse presto un quinto esposto sulle pulizie: un appalto da 38,6 milioni

Sono sei pagine stringate, che però dicono tutto sul modo con cui è stato gestito a Roma per anni il denaro dei cittadini. Consigliamo alla sindaca Virginia Raggi di leggerle con attenzione, sicuri che non avrà difficoltà a farlo: l’amministratore unico dell’Atac Armando Brandolese e il direttore generale Mario Rettighieri, nominati dal commissario Francesco Paolo Tronca, le hanno portate in procura.
È il quarto esposto in poche settimane che i vertici della più grande municipalizzata italiana, quella che con quasi 12 mila dipendenti gestisce il trasporto pubblico nella capitale, recapitano ai magistrati, alla Corte dei conti e all’Autorità anticorruzione.
Il bersaglio è un palazzo nella periferia romana la cui costruzione è affidata al gruppo romano Parnasi, lo stesso che dovrebbe realizzare il nuovo stadio della Roma calcio. Un immobile da 114 milioni, pensato per ospitare la nuova sede di quell’azienda colabrodo. Tutto comincia nel 2006, sindaco Walter Veltroni. Ma l’accelerazione avviene nel 2009, quando al Campidoglio c’è Gianni Alemanno. Il Comune delibera di comprare un palazzo da destinare a «sede unica della mobilità».
Due mesi dopo l’amministratore delegato Adalberto Bertucci chiude l’operazione con Bnp Paribas, il proprietario dell’area del Castellaccio, dalle parti dell’Eur. Il contratto viene stipulato a razzo. E a razzo cambiano i numeri: la superficie passa da 21.000 a 26.000 metri quadrati e il corrispettivo sale da 99 a 118 milioni. Nel 2009 l’Atac sgancia pure 20 milioni sull’unghia, come anticipo, e questa diventa la pietra dello scandalo.
I lavori cominciano, ma subito scoppia un contenzioso sui ritardi. Per inciso, sono i mesi in cui lo scandalo parentopoli investe l’azienda. Passa un annetto e la cosa si sistema con una curiosa transazione. L’Atac non compra più l’immobile, impegnandosi invece ad affittarlo pagando il 7% del valore: 7 milioni 980 mila euro l’anno. Durata: nove anni più nove, fanno 143 milioni e 640 mila euro. In cambio, il locatore concede uno sconto di 4 milioni sul prezzo di un’eventuale vendita, che resta comunque un’opzione.
Sottolinea l’esposto come il progetto originale che doveva essere realizzato con le procedure di evidenza pubblica, abbia «subito ingiustificati stravolgimenti fino a tradursi in un vero e proprio affidamento diretto» con la trasformazione «in un contratto di locazione peraltro già in essere nonostante il bene non fosse ancora venuto ad esistenza e che a tutt’oggi neppure risulta collaudato e consegnato all’Atac». Non bastasse, «la direzione dell’Atac non ha mai proceduto alla risoluzione del contratto di compravendita coerente con gli interessi pubblici».
Sì, perché c’è anche questo. «Non è stata reperita documentazione attestante la certa copertura finanziaria dell’operazione. Va rilevato che la situazione dell’Atac non consentiva l’attivazione di mutui bancari», scrivono Brandolese e Rettighieri. Confermando la tesi già espressa a inizio 2014 dagli ispettori del ministero dell’Economia, secondo cui le condizioni economiche dell’Atac «difficilmente consentiranno di far fronte agli impegni». Per non dire che «un immobile di tali caratteristiche» nemmeno serve.
Anche questa rogna è adesso sul tavolo di Giuseppe Pignatone insieme a quelle sui distacchi sindacali, la gestione delle mense e la fornitura delle gomme. E non è escluso che venga presto raggiunto da un quinto dossier: quello delle pulizie. Una indagine interna su un appalto triennale da 38,6 milioni ha fatto venire alla luce tutto un mondo. Il rapporto descrive «lavorazioni non effettuate» o «imputate più volte», oltre a «superficialità nell’esecuzione» e «ripetute condotte inoperose». Ma ancor più colpisce l’elenco degli interventi di pulizia dichiarati in locali che risultavano «sotto sequestro, interdetti all’uso, inesistenti…».
Cose turche, con l’aggravante di graziosi sconti concessi sulle penali da applicare per contratto: dai 954 mila euro dovuti ai 92 mila effettivamente pagati. O di subappalti per gli impianti di erogazione del gas andati avanti per un anno e mezzo senza che esistessero i presupposti…

fonte: http://www.corriere.it/politica/16_giugno_30/atac-pasticcio-sede-esposto-pignatone-532fb97a-3e23-11e6-8cc3-6dcc57c07069.shtml

50 commenti:

  1. sono convinto che dove metti mano metti mano , senza cercare neanche troppo, si trova il marciume. L' Importante sono le responsabilità ..............BISOGNA COLPIRE I RESPONSABILI non possono sempre farla franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CHI HA APPROFFITTATO INDIPENDENTEMENTE DAL PROPRIO RUOLO ANCHE NEL PASSATO DEVE PAGARE, SIA CON DENARO CHE CON LA VERA GIUSTIZIA E NON FARSE ...

      Elimina
    2. Chi ha rubato deve pagare di tasca sua.

      Elimina
    3. CONFISCA IMMEDIATA DI TUTTI I BENI

      Elimina
    4. compresi giacca pantaloni e mutande....

      Elimina
    5. ci vuole la certezza della penaaaaaaaaaaaaaaa se no fanno sempre come gli pare a loro, questo accadra' solo se governera' il m5s

      Elimina
    6. È' la prima cosa da fare grazie

      Elimina
  2. l'amministrazione della città di Roma è adesso in buone mani.....

    RispondiElimina
  3. e questo dovrebbe ripercuotersi sull'intero paese... sono convinto che ovunque si voglia mettere mano ad un controllo ne salteranno fuori di tutti i colori... Roma è solo la punta dell'iceberg

    RispondiElimina
  4. Il piattino che hanno lasciato, che li soffocherà una volta e per sempre, i partiti devono sparire, ne paghiamo il doppio per creare disservizi d'interesse SVEGLIA REGOLE NUOVE.

    RispondiElimina
  5. circondiamo i responsabili di questo schifo non devono lasciare il Paese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... possono, .. anzi devono "LASCIARE QUESTO PAESE", .. MA SOLO DOPO AVER RESTITUITO TUTTO QUELLO CHE HANNO "RUBATO" ... e sul passaporto verrà scritto "EX POLITICO ITALIANO" ... !!! ... io non voglio neanche pagare la loro permanenza in galera, .. non si meritano neanche quello, ... N° 1 RENZI; .. N° 2 BOSCHI; .. N° 3 BOLDRINI; .. N° 4 NAPOLITANO; .. e cosi via, ... e chi piu na ha piu ne metta, ... !!!

      Elimina
    2. Io inizierei dal passato, coinvolgendo, senza andare troppo lontano gli ex sindaci rutelli e veltroni , ma anche la gestione alemanno

      Elimina
  6. immaginate il M5S con Maggioranza assoluta 55% al governo nazionale ,cosa verrebbe a galla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se M5S con maggioranza assoluta andrebbe al governo con 50% + 1 L italia nel giro di 4 ho 5 anni diventerebbe il Paradiso Terrestre , > <non abbiamo niente da pardere e tantissimo da guadagnare per i nostri figli , uniamoci e portiamo il M5 Stelle a realizzare l impossibile in Itala , sarebbe una un Miracolo a cui tutti possiamo sentirci partecipi . Facciamolo !

      Elimina
    2. ... una marea di stronzi.

      Elimina
    3. Il periodo che stiamo attraversando, per il M5S sara' il piu' difficile , almeno fino alle prossime elezioni politiche, sono convinto che i partiti tradizionali, non lasceranno i loro "privilegi" facilmente, e faranno di tutto per screditare i ragazzi del M5S,credo che saranno capaci di qualunque porcata!penso che tutti quelli che sosteniamo questi grandissimi ragazzi, dovremo stare molto attenti per controllare il comportamento dei partiti!ed anche dei giornalisti! Forza M5S siamo quasi arrivati!!!

      Elimina
  7. Con la Raggi e il M5S mi sento più Italiano

    RispondiElimina
  8. E sul FQ il pescivendolo Lillo è tutto impegnato a scovare congiure all'interno del M5S.Fatemi un favore. Mandatelo a fare in .......grazie

    RispondiElimina
  9. tutti i corrotti devono restituire i soldi rubati al popolo d'ITALIA,E SE NE DEVONO ANDARE TUTTI.

    RispondiElimina
  10. sono un ragazzo di 28 anni e da quando ne ho 13 ho sempre odiato il mio stato, di pensiero e anche di fatto e ho sempre reagito in maniera passatemi il termine vendicativa...molte bande di ragazzi spesso reagiscono così anche e soprattutto perché lo Stato è il primo a comportarsi da mafioso contro le persone mantenendo la bella faccia....e la gente tutta dietro a leccare il culo ad ogni singolo politico di provincia o anche solo supportandolo con il loro voto. Con un po di INFORMAZIONE (quella vera) le persone hanno iniziato ad alzare la cresta in modo INTELLIGENTE concreto, costruttivo e con l arrivo di questo movimento ho iniziato ad avere un po di speranza..un po di rispetto verso i miei paesani,verso le persone di tutta Italia...per la prima volta e posso dire grazie al movimento e a tutte le persone che lo supportano io mi sento fiero di esser italiano..ed è una bella sensazione...ormai molte persone hanno aperto gli occhi e non possono più fermare questa sete di giustizia che la gente ha...nemmeno con eventuali colpi intimidatori...penso che porterebbero solo ad aumentare il coraggio e la motivazione nell avanzare per questa strada nei paesani e cittadini italiani...io ci credo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peccato che non t
      i firmi. Hai scritto un bel commento

      Elimina
    2. peccato che non t
      i firmi. Hai scritto un bel commento

      Elimina
    3. 👍👍👍👍👍👍👍

      Elimina
  11. Scusate ma guardia di finanza e polizia tributaria, agenzia delle entrate, equitalia dove sono? Riescono a rintracciare 20 euro di tasse evase da qualche poveraccio, ma quando si tratta di centinaia di milioni, riescono a tenere gli occhi ben chiusi? Ma in che mani siamo? Non è dittatura questa?

    RispondiElimina
  12. si devono avvisare i cittadini romani ,metterli in condizione di sapere il marcio da dove inizia,tv e giornali sono di parte,non ne parleranno !!!!..............

    RispondiElimina
  13. Bisogna sequestrare tutto a questi infami ladri e poi in galera.

    RispondiElimina
  14. il problema sara uno solo dover proteggere la reggi purtroppo quelli onesti li tolgono subito da mezzo in un modo o in un altro ancora piu dastrico romani proteggetela voi dal male e un napoletano che vi parla e sono fiero dell vostro sindaco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che i romani capiscono questo. Chi sa qualcosa deve farsi avanti ci hanno distrutto tutto anima corpo la ns. Italia le ns. industrie non sappiamo più chi siamo. Ma 5 STELLE CI HA RIDATO LA VOGLIA DI COMBATTERE E CREDERE ANCORA AL FUTURO DEI NS. FIGLIA. GRAZIE BEPPE

      Elimina
  15. Secondo me, non basta l'intervento del magistrato, a Roma deve intervenire la forza pubblica, i carabinieri, la finanza, sono cose troppo grandi e gravissime da poter controllare e indagare senza il supporto delle forze dell'ordine!

    RispondiElimina
  16. L'emerito giornalista del fatto lillo e' uscito con un'altra delle sue mirabolanti indagine, pare che sia riuscito a scoprire che Il carissimo Marcello de Vito ( secondo lui naturale candidato a sindaco di Roma per 5 Stelle... chi sa da chi ha avuto questa notizia...) sia stato fatto fuori da una triade di congiuranti con a capo la cara Raggi , ora credo che sia arrivato il momento di far finire queste diffamazioni e spero che il movimento prenda tutte le dovute azioni per chiedere a questo signore conto di cio che scrive...... ora basta

    RispondiElimina
  17. Virginia avrà bisogno di molto aiuto, di collaboratori fidati e competenti; c'è troppo marcio che sta venendo fuori (e che immaginavamo)che il Buon Dio l'assista!!

    RispondiElimina
  18. E questo è niente !!!!!!
    Ne vedremo delle belle ,perche'il comune di Roma e x la politica una banca dove si smistano i soldi sporchi ,mazzette e appalti,perciò prepariamo il nostro fegato

    RispondiElimina
  19. Il marcio lo troveranno ad ogni passo. I partiti "tradizionali" non vorranno mollare l'osso e quindi sarà veramente dura. Ma i VERI ITALIANI sanno come si fa a lottare e vincere. Io sarò sempre con M5S. Siete la nostra luce. Grazie

    RispondiElimina
  20. Il marcio lo troveranno ad ogni passo. I partiti "tradizionali" non vorranno mollare l'osso e quindi sarà veramente dura. Ma i VERI ITALIANI sanno come si fa a lottare e vincere. Io sarò sempre con M5S. Siete la nostra luce. Grazie

    RispondiElimina
  21. scoperchiato il vaso di pandora....la merda esce a fiumi!

    RispondiElimina
  22. E'l'ora di far pagare i conti ai farabutti...sequestrate tutti i BN a qst delinquenti politici e loro amici...fin'ora ha pagato il cittadino onesto x le loro truffe....Ora basta....Guardate le carte e fate pagare chi deve pagare...e presto arriveremo al Governo!

    RispondiElimina
  23. Ergastolo senza sconti e senza amnistie ai corrotti delinquenti.

    RispondiElimina
  24. Ladri al governo, nei Comuni, nelle strade, dentro le nostre case, sicurezza non presente. Ladri nei mercati, ladri negli ospedali, nella pubblica amministrazione, ecc. Per quelle pochissime persone oneste si apre una guerra che è inutile combattere. La vita è piena di ostacoli ed è troppo corta per buttarla via così! Allora che si fa? e non vale nemmeno cambiare città o nazione dappertutto è così la piaga ormai si è estesa a macchia d'olio. Non diamogliela vinta, vendiamoci tutto quello che ci hanno lasciato, diventiamo anonimi ed egoisticamente allontaniamoci da questo nero pantano che ci tira giù come una sabbia mobile. Non sarà una buona politica o l'amore per la patria a salvarci! La vita è troppo bella per non essere apprezzata, viviamo liberi, dimentichiamo chi eravamo e portiamo con noi soltanto chi ci ama senza soldi, senza beni al sole, e soprattutto senza giudizi e pregiudizi! Per i ladri mandarli in galera equivale ad un premio: vitto, alloggio, lavoro e una protezione per quando escono! Ci sarà al Mondo un posto dove vivere senza dover mostrare un documento per dire chi siamo o chi eravamo! Imponiamoci noi un codice di vita e rispettiamolo senza infastidire il prossimo! Sono troppo arrabbiata con tutti, ho voglia di stare da sola, anche se tutto questo resterà un sogno! Grazie, Rossana

    RispondiElimina
  25. BASTARDI VEDIAMO SE CONTINUATE A RACCONTARCI PALLE SUL MANCANO I SOLDI....VEDIAMO SE TUTTI COMINCIANO A SVEGLIARSI!!! FORZA M5S LA PROSSIMA VOLTA DOVRETE SPULCIARE IL DEBITO ITALIANO!!!!

    RispondiElimina
  26. Mi sono ridotto a 64 anni, ad essere troppo giovane per la pensione e troppo vecchio per lavorare, senza risorse di prima necessità, pensare che c'è gente più vecchio di me che vive con pensioni da 30000€ al mese. Luigi

    RispondiElimina
  27. Col cavolo ne parlano in TV. del PD. e PDL. Per questa gente ci vuole il cappio alla gola

    RispondiElimina
  28. Col cavolo ne parlano in TV. del PD. e PDL. Per questa gente ci vuole il cappio alla gola

    RispondiElimina
  29. Mi chiedo cosa c'entri la Raggi con l'operato di Rettighieri, che è stato nominato da Tronca e che sta facendo pulizia da mesi in Atac. La Raggi non ha nemmeno nominato la giunta...

    RispondiElimina