sabato 12 marzo 2016

Il "broglio" di Prodi, un documento lo incastra: la verità sul voto del 2006



Certo, il politologo Roberto D'Alimonte è renziano e non l'ha mai nascosto. Ma l'analisi che fornisce oggi sulle pagine de Il Sole 24 Ore è comunque impietosa nei confronti dei dell'Ulivo, evocato in questi giorni come una sorta di "epoca doro" della sinistra italiana. Da ultimo, nientemeno che da Massimo D'Alema, che lo ha contrapposto all'attuale Pd di Matteo Renzi. "E' una narrativa sbagliata" scrive D'Alimonte. "Fin dall'inizio, l'Ulivo è stato un progetto politico dai contorni indefiniti". Che "non è mai riuscito a generare un consenso maggioritario".
Il politologo ricorda come l'Ulivo sia uscito vincitore dalle elezioni in due occasioni: nel 1996 e nel 2006. "E sempre per caso. (...) Nel 1996 il centrosinistra guidato dall'Ulivo prese il 44,9% dei voti maggioritari alla Camera, tutto il centrodestra ne prese il 51,3. nell'arena proporzionale il distacco fu anche maggiore, ma prodi vinse perché i rivali erano divisi, con la Lega che si era presentata da sola dopo la rottura con Forza Italia". Nel 2006 Prodi vinse di nuovo, ma "fu un'altra vittoria per caso". L'Ulivo c'era ancora, quella volta dentro l'Unione, che era una coalizione acchiappatutto composta da 14 liste alla Camera e 20 al Senato. L'Unione vinse alla Camera per 25mila voti ma perse al Senato. Fu solo grazie a un errore del centrodestra nella presentazione delle liste nella circoscrizione estero, che Prosi riuscì ad avere un seggio in più di Berlusconi a Palazzo Madama.

FONTE

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11887843/d-alimonte-prodi-non-ha-mai-vinto-elezioni-1996-2006.html

5 commenti:

  1. In questi giochetti politici c'è sempre l'ignoranza italiana in fatto di politica,questa ignoranza ci ha portato alla disastrosa situazione che viviamo oggi, dove politici che non servono a nulla, incompetenti, traditori dei prodotti italiani sono al governo.

    RispondiElimina
  2. Grandi cavolate. Andate a leggere la scomparsa di bianca. M.DEAGLIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No,sono balle entrambe,quella qui di Libero e quella che tu riporti di Deaglio.
      Infatti Deaglio è stato condannato per diffamazione e i riconteggi hanno stabilito che le bianche furono davvero solo 440000 nel 2006.

      Elimina
  3. Grandi cavolate. Andate a leggere la scomparsa di bianca. M.DEAGLIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel 2001 ci furono 1.680.000 schede bianche e nel 2006 solo 440.000,1.240.000 di meno.
      E Deaglio grida al broglio di Berlusconi.
      Però nel 2008 e nel 2013 col CDX fuori dal ministero
      le bianche restarono basse,furono solo 485.000 nel 2008 e solo 395.000 nel 2013.
      Se nel 2006 il basso numero delle bianche fosse dovuto a brogli del CDX nel 2008 e nel 2013 dovevano tornare a crescere,ma così non è stato.
      E'semplicemente successo che dal 2006 gli italiani votano meno scheda bianca a meno che tu non sostenga che il CDX ha imbrogliato pure nel 2008 e nel 2013,ma da fuori dal ministero ed il CSX sia stato così fesso da faresi imbrogliare altre 2 volte dopo il 2006.

      Elimina