mercoledì 22 novembre 2017

Bufera a Roma! La Raggi ha scoperto una truffa spaventosa. Guardate in quale impresa è riuscita..

Le case popolari devono andare ai cittadini che hanno reale diritto e bisogno.
Dal censimento che abbiamo appena terminato sugli appartamenti dell’Edilizia Residenziale Pubblica di Roma Capitale sono invece emersi ben 2mila casi di abusivi. Cioè persone che hanno redditi alti, possiedono già immobili o sono residenti altrove.
Una persona è risultata addirittura proprietaria di ben 18 immobili. Altri hanno redditi di 70mila, 80mila, fino anche a 90mila euro all’anno. Una famiglia, che abbiamo sgomberato da una casa popolare, aveva addirittura una Porsche parcheggiata sotto casa. Per non parlare poi di più di 1.600 alloggi i cui legittimi assegnatari risultano deceduti.
Abbiamo scoperto il caso di una giovane donna che, seppur non indigente, aveva pensato di conservare indebitamente, dopo il decesso della nonna assegnataria, un appartamento di proprietà di Roma Capitale di 100 mq in pieno centro storico a due passi da Piazza Navona. Tutto ciò è inaccettabile e stiamo lavorando per far cessare immediatamente questi abusi che esistono purtroppo da troppi anni.
L’Assessora al Patrimonio e alle Politiche abitative Rosalba Castiglione rivolge oggi una lettera aperta ai cittadini benestanti occupanti abusivi delle case popolari, con l’invito a fare un gesto di onestà: liberare spontaneamente l’alloggio, così che l’Amministrazione possa assegnarlo subito a chi ha diritto.
Il costo a carico della collettività per questi abusi è altissimo. Il più alto è proprio quello che pagano le famiglie in attesa della casa popolare sin dal 2000, senza contare i costi legati al personale, alle azioni di sgombero e al tempo impiegato per rintracciare queste situazioni intollerabili.
Gli alloggi popolari hanno uno scopo preciso e inderogabile: essere abitati dai nostri concittadini che un appartamento sul libero mercato, al momento, non se lo possono permettere.
Parliamo di famiglie fino ad ora deluse, che si sono sentite abbandonate, che hanno perso anche la stessa speranza.
Bene mi rivolgo proprio a loro. A chi pensava che non sarebbe mai arrivata a Roma un’Amministrazione determinata e onesta, rivolgiamo l’invito a ricredersi. E’ giunto il momento di mettere fine a queste ingiustizie.
Andiamo avanti determinati per restituire il patrimonio pubblico capitolino al servizio del bene comune. Al servizio dei cittadini.

7 commenti:

  1. Grandi grazie di aiutare i deboli e chi non riesce a vivere decorosamente. W m5s forever

    RispondiElimina
  2. Lo sapevo che sei una donna speciale e confermi continuamente la tua determinazione. Vai avanti così è non ti curare di coloro che buttano fango su di te. Il popolo lentamente capirà dove sta la verità. Buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CERTAMENTE KE IL POPOLO ROMANO SI STARA' RENDENDO
      CONTO DELLE ASSURDITA'DELLE VEKKIE AMMINISTRAZIONI
      ROMANE,VEDI VELTRONI,RUTELLI,ALEMANNO KE CAZZO HANNO
      CONTROLLATO NELLA CITTA' DI ROMA,UN BEL NIENTE XKE'
      NON AVEVANO TEMPO,ORA TUTTI I NODI VENGONO AL PETTI
      NE,POLITIKESI E' ARRIVATO L'URAGANO E XVOI SARANNO
      CAZZI AMARI!!!!!!!!!!!

      Elimina
  3. Erano migliaia di voti certi per il pd. Il voto di scambio avviene anche quando, populisticamente, vengono promessi 1 milione di posti di lavoro o aumento delle pensioni sociali a 1000 euro o quando si promettono 80 euro nella busta paga o tante altre promesse che non saranno mai mantente. QUESTO è voto di scambio!

    RispondiElimina
  4. Brava virginia fuori i disposti

    RispondiElimina
  5. mi si riempie il cuore ascotare azioni di giustizia...

    RispondiElimina
  6. Brava Virginia, Roma é l’esempio di come la partitocrazia si sta mangiando l’Italia intera, la grande greppia deve finire BASTA VOTI DI SCAMBIO il popolo deve decidere ed il governo deve eseguire! Non il contrario!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.