giovedì 26 ottobre 2017

ATTENTI CITTADINI:QUESTO VIDEO DEVONO VEDERLO TUTTI GLI ITALIANI: CONDIVIDETELO UN MILIONE DI VOLTE

Caso Raggi e inchiesta Consip, Marco Travaglio: ‘Ecco come falsificano la realtà’


Detto da Marco Travaglio in diretta a Otto e Mezzo fa tutto un altro effetto.
Il direttore del Fatto Quotidiano ha spiegato come i media italiani falsificano la realtà e far credere che la vicenda Raggi sia un grave scandalo, mentre si nasconde l’inchiesta sul più grande appalto truccato d’Europa:
“Ci sono altri sistemi per falsificare la realtà, basta prendere una cosa minuscola e trasformarla in uno scandalo enorme e prendere uno scandalo enorme e trasformarlo in una cosa minuscola.
È il gioco della pagliuzza e della trave.
Noi oggi abbiamo raccontato ancora stamattina la storia dei due Romeo. Uno è l’ex-segretario della Raggi, che è stato nominato ed è indagato sia lui sia lei per abuso d’ufficio (una nomina da 90mila euro, che è più o meno la metà di quello che prendeva il capo della Segreteria di Marino).
Dall’altra parte c’è l’imprenditore di Napoli Salvatore Romeo, che è indagato per corruzione, addirittura per concorso per associazione camorristica, che è stato intercettato mentre incontrava alcuni uomini vicinissimi a Renzi, e che stava per ottenere l’appalto più grande d’Europa, 2,7 miliardi dalla Consip. E i magistrati ieri hanno perquisito i suoi uffici dicendo che ci sono tangenti e favori ai politici; Romeo pensava di comprarsi l’Unità per ingraziarsi il Partito Democratico.
Purtroppo l’indagine è stata bloccata per una fuga di notizie che ha rivelato ai vertici della Consip che avevano le cimici negli uffici, e loro le hanno tolte. E i vertici della Consip hanno raccontato che questa fuga di notizie l’hanno fatta il ministro Lotti e il generale dei Carabinieri Del Sette.
Naturalmente noi non sappiamo se ha ragione il dirigente della Consip o hanno ragione Lotti e Del Sette. È curioso che siano rimasti tutti al loro posto, e soprattutto è curioso che stamattina questa notizia sia finita a pagina 200 dei giornali, mentre il segretario della Raggi Romeo, anzi ex-segretario della Raggi Romeo, sta in tutte le prime pagine.
Il gioco dei due Romeo aiuta molto bene a spiegare la pulce e l’elefante, o la pagliuzza e la trave.

 



10 commenti:

  1. sono stanco non ho più pazienza.

    RispondiElimina
  2. Travaglio SEI GRANDE W. 5 STELLE

    RispondiElimina
  3. La Voce Della Verità=Marco Travaglio, a dir poco grazie di fare vera informazione.

    RispondiElimina
  4. Grande Marco se non ci fosse bisognerebbe inventarlo !!!

    RispondiElimina
  5. penso che travaglio, sarebbe un ottimo ministro della comunicazione o dell'istruzione o della giustizia. si dove lo metti sta bene. persona seria, onesta, intelligente, preparato. vedo la fedeli o orlando e piango. spero in un governo molto.....travagliato!

    RispondiElimina
  6. Ok, piace anche a me. Ma bisogna vedere il suo comportamento se fosse nella mischia di dette persone. Io credo che farebbe finta di niente, accetterebbe di tutto e di più e un altro giornalista prenderebbe il suo posto.

    RispondiElimina
  7. Non credo e non voglio credere una sola parola di quello che Lei dice..Travaglio si e’ creata una immagine di gladiatore dei poteri infausti e forti,se ci piace,ci piace e basta.Ipotizzare un suo cambiamento ci fa capire che Lei ha dei dubbi sulla sua onesta’,allora, mi dice chi e’ onesto in questa Italia?

    RispondiElimina
  8. Travaglio è come noi, anche se dice la verità lo stipendio lo prende, e se lo licenziano se lo litigano tutti per averlo! Credo che sia l'unico giornalista autonomo e senza peli sulla limgua, viene scimmiottato quà o la, ma non hanno abbastanza palle per continuare!

    RispondiElimina
  9. Peperoni fortuna che abbiamo Travaglio.

    RispondiElimina
  10. Se il m5s arriva primo e non ha i numeri l'unica soluzione per governare e' quello di chiedere la fiducia offrendo in cambio la rassicurazione che i lauti stipendi dei signori cialtroni non vengano toccati per 5 anni. Prendere o lasciare.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.